Giovedì, 02 luglio 2020 - ore 08.38

Alberti (M5S): La Lombardia fa fare test sierologici anti COVID-19 a laboratori privati senza limite di prezzo, ennesimo regalo alla sanità privata

Con la prossima delibera di Regione Lombardia le strutture sanitarie private regionali potranno effettuare ogni tipo di test sierologici anti COVID-19, purché accreditati e riconosciuti dalla Regione. La lista sarà disponibile a breve a breve e tutti i test saranno a pagamento e senza che sia stabilito un tetto massimo di prezzo.

| Scritto da Redazione
Alberti (M5S): La Lombardia fa fare test sierologici anti COVID-19 a laboratori privati senza limite di prezzo, ennesimo regalo alla sanità privata

Alberti (M5S): La Lombardia fa fare test sierologici anti COVID-19 a laboratori privati senza limite di prezzo, ennesimo regalo alla sanità privata

Con la prossima delibera di Regione Lombardia le strutture sanitarie private regionali potranno effettuare ogni tipo di test sierologici anti COVID-19, purché accreditati e riconosciuti dalla Regione. La lista sarà disponibile a breve a breve e tutti i test saranno a pagamento e senza che sia stabilito un tetto massimo di prezzo.

Commenta il consigliere regionale Ferdinando Alberti: “Ancora una volta Regione Lombardia si appresta a fare un regalo enorme alla sanità privata, concedendo ad essa di fatto l’esclusiva dei test sierologici per poter capire se una persona ha gli anticorpi o meno contro il coronavirus. Chiunque, pagando non si sa quanto, potrà effettuare il test. Siamo in ritardo incredibile sui tamponi, l’unico esame che permette di capire se una persona è infettiva o no, e la Regione invece di accelerare su questi test determinanti per poter bloccare l’epidemia fa un regalo alla sanità privata subordinando il tampone all’esito dei test sierologici. Quindi di fatto l’ennesima scusa per non procedere con una seria campagna di test con i tamponi come già fatto in Veneto e dove si è evitato il disastro lombardo”

Continua Alberti: “Due settimane fa ho mandato una lettera all’Assessore al Welfare Gallera perchè attivasse i Laboratori di Sanità Pubblica delle ATS, come quello di Brescia, naturalmente strutture pubbliche, per fare questi test sierologici. Ad oggi nessuna risposta, o meglio, temiamo che la risposta sia proprio questa nuova delibera tutta per la sanità privata. In Lombardia non abbiamo imparato nulla da questa epidemia, si continua con la sanità privata, serbatoio di voti imprescindibile per il centrodestra, a maggior ragione in questo periodo, dove la gestione dissennata di questa Giunta ha provocato il disastro che vediamo e molto consenso elettorale è stato perso. Per questo ci si aggrappa, con favori, ai grandi gruppi privati e alla loro capacità di gestione dei voti”.

Conclude Alberti: “E’ inevitabile che se vogliamo uscire completamente da questa emergenza, non possiamo farlo con questa Giunta e con questa politica sanitaria. Pertanto le uniche alternative che vedo per avere uno spiraglio di soluzione positiva sono o le dimissioni del Presidente Fontana e consequenziali di tutta la Giunta, o il commissariamento del Governo per la politica sanitaria. La maggioranza dipende troppo dai gruppi privati regionali, e continua a farlo mettendo a repentaglio la vita di milioni di lombardi e la struttura economica della regione, perché un eventuale secondo lockdown sarà catastrofico per le imprese lombarde e per il Paese.”

648 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online