Domenica, 18 aprile 2021 - ore 19.44

CODACONS CREMONA: SANZIONE DA 1.5 MILIONI DI EURO DELL’ANTITRUST A GoFoundMe

IL COMPORTAMENTO DELLA PIATTAFORMA ERA EVIDENTEMENTE ILLEGALE, PER QUESTO LO ABBIAMO A PIU’ RIPRESE DENUNCIATO. INECCEPIBILE LA SANZIONE.

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMONA: SANZIONE DA 1.5 MILIONI DI EURO DELL’ANTITRUST A GoFoundMe

CODACONS CREMONA: SANZIONE DA 1.5 MILIONI DI EURO DELL’ANTITRUST A GoFoundMe.

IL COMPORTAMENTO DELLA PIATTAFORMA ERA EVIDENTEMENTE ILLEGALE, PER QUESTO LO ABBIAMO A PIU’ RIPRESE DENUNCIATO. INECCEPIBILE LA SANZIONE.

Cremona: L’Autorità della Concorrenza e del Mercato ha chiuso il procedimento istruttorio per pratiche commerciali scorrette nei confronti della società GoFundMe Ireland Ltd e ha irrogato una sanzione di 1,5 milioni di euro. GoFundMe - attiva nella gestione e nella promozione di campagne di raccolta fondi create da terzi - ha posto in essere due pratiche commerciali in violazione degli articoli 21, 22, 24 e 25 del Codice del Consumo. Nel primo caso ha fornito informazioni ingannevoli sull’assenza di costi riguardo ai servizi erogati. Già dalla homepage e poi nelle pagine delle singole campagne di raccolta, la promozione dei servizi di raccolta fondi sul sito GoFundMe era pubblicizzata con claim immediatamente visibili quali “gratuita”, “senza costi” e “Veloce, gratuito e sicuro”. Si tratta di affermazioni non vere perché esistono costi connessi alle donazioni con carte di credito e di debito e commissioni su ogni transazione a favore della stessa GoFundMe. La seconda pratica sanzionata dall’Autorità riguarda la commissione a favore della piattaforma, in teoria liberamente determinata da chi dona, ma in realtà preimpostata da GoFundMe per valori pari al 10% o al 15% della donazione e modificabile solo dopo vari e non immediati passaggi, che non sempre risultano comprensibili. In particolare ciò avviene quando la partecipazione alla raccolta fondi viene svolta in momenti di particolare urgenza e coinvolgimento emotivo, come accaduto durante la pandemia da Covid-19 o per altre emergenze sanitare.

Codacons: “Il motivo per cui i consumatori si rivolgono alla piattaforma può comportare un’attenzione ridotta ai meccanismi di funzionamento del sito, lo avevamo denunciato e l’Autorità Antitrust oggi ci dà ragione. Ineccepibile la sanzione anche nel suo importo pecuniario. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com  o al recapito 347.9619322”.

Ufficio Stampa: 393/9803854

209 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online