Martedì, 18 giugno 2019 - ore 00.49

Cremona capitale mondiale liuteria. La telefonata con Maura Ruggeri

| Scritto da Redazione
Cremona capitale mondiale liuteria. La telefonata con Maura Ruggeri

L’Unesco riconosce la Liuteria Cremonese quale  patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.
L’opinione di Maura Ruggeri capogruppo PD in Consiglio Comunale
E’ questo un riconoscimento che darà prestigio, oltre che visibilità e tutela a questa natica arte.
Il parere positivo del Comitato intergovernativo competente a Parigi, nella sede dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura è arrivato nella tarda serata.
Il Sindaco di Cremona è molto soddisfatto in quanto “ questo riconoscimento conferirà ancora più prestigio, oltre che visibilità e tutela, a questa antica arte che ha avuto a Cremona i suoi massimi interpreti dal sommo liutaio Antonio Stradivari, agli Amati, ai Guarneri del Gesù”.
L’on Luciano Pizzetti ha evidenziato “ come tale riconoscimento possa inserire la nostra città nel circuito dell’EXPO 2015”.
Maura Ruggeri, nella telefonata, esprime la sua soddisfazione ed incalza la giunta Perri sulla gestione del museo del violino.
Intervista a cura di Gian Carlo Storti
direttore www.welfarecremonanetwork.it
Cremona 6 dicembre 2012
---------------

Il sito dell’Unesco
http://www.unesco.org/culture/ich/index.php?lg=en&pg=00011&RL=00719
Il video sul sito dell’unesco
http://www.youtube.com/watch?v=RXlworGV548&feature=player_embedded#

La telefonata.
Cremona capitale mondiale liuteria. La telefonata con Maura Ruggeri

1098 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

Sull’intesa che stabilisce le condizioni a cui avverrà la cessione individuale del contratto di ognuno dei 206 lavoratori è stata firmata dal Gruppo Gavio e dalle segreterie nazionali, regionali e territoriali di Fit Cisl, Uil Trasporti, Sla Cisal e Ugl. Ma non dalla Filt-Cgil. La trattiva e l’intesa è avvenuta non al Ministero ma sul tavolo negoziale azienda-sindacati.