Venerdì, 26 novembre 2021 - ore 23.53

Cremona La storia di una città a partire dall'evoluzione

Tenutosi il secondo appuntamento del ciclo di incontri promossi dalla Provincia di Cremona ed Adafa

| Scritto da Redazione
Cremona La storia di una città a partire dall'evoluzione

Cremona La storia di una città a partire dall'evoluzione del suo habitat e morfologia

Tenutosi il secondo appuntamento del ciclo di incontri promossi dalla Provincia di Cremona ed Adafa

Un viaggio, con immagini e racconti, dal centro città al Grande Fiume, storia di uomini, di flora e fauna, "Due passi dal Torrazzo al Grande Fiume": questo il tema trattato da Cinzia Galli, durante il secondo incontro promosso da Provincia di Cremona ed Adafa, attraverso un viaggio virtuale alla scoperta delle interconnessioni tra morfologia, geologia, evoluzione dell'ambiente e sviluppo del tessuto urbano.

Nella prestigiosa sede di via Palestro a Cremona, dopo l'introduzione del Presidente dell'Adafa, Fulvio Stumpo, sono seguiti i saluti del Vice Presidente della Provincia di Cremona, Giovanni Gagliardi e di Vincenzo Montuori, che hanno evidenziato come la collaborazione tra le due realtà si sia collocata nell'alveo della ripresa degli eventi dopo le restrizioni del periodo pandemico, rilanciando gli aspetti culturali, ambientali, artistici della nostra storia e del territorio.

Cinzia Galli, già curatrice del Museo di Storia Naturale di Cremona, ha illustrato l'interrelazione tra la città, la flora e la fauna tipica del territorio, all'interno dell'evoluzione collegata ai cambiamenti climatici.

La lezione è iniziata da una immagine aerea donata da Giuliano Regis, che ha mostrato il "dinamismo" di un territorio, con una magnifica veduta dal Po verso il centro dell'urbe.

Capire, quindi, un territorio e gli insediamenti umani nel corso dei secoli, partendo proprio dalle stesse caratteristiche della geologia, morfologia e da come l'acqua abbia condizionato, profondamente, i processi umani e lo sviluppo della società.

Un concetto ancor più chiaro, se si analizza il ‘livello fondamentale della pianura’, risalente a 10.000 anni fa, in relazione agli insediamenti della parte antica di Cremona, con le principali Chiese erette nei punti più alti, grazie anche alle evidenze fornite da mappe e carte ipsografiche. Da qui il "viaggio" è continuato alla scoperta della flora autoctona, delle lanche fino alle zone umide ed al Grande fiume.

Il prossimo appuntamento mercoledì 3 novembre alle ore 17.30, presso la sede dell’Adafa, in via Palestro 32, con il relatore Valerio Ferrari, che interverrà sul tema “La toponomastica del cremonese: storie di un territorio”.

213 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online