Martedì, 14 agosto 2018 - ore 10.44

Cremona Piantati 300 nuovi alberi e intervento straordinario per rimuovere centinaia di ceppaie

Il piano del verde 2018 prosegue nelle prossime settimane

| Scritto da Redazione
Cremona Piantati 300 nuovi alberi e intervento straordinario per rimuovere centinaia di ceppaie

Cremona Piantati 300 nuovi alberi e intervento straordinario per rimuovere centinaia di ceppaie

Il piano del verde 2018 prosegue nelle prossime settimane

Cremona, 19 maggio 2018 - Sono 70 le nuove essenze piantate nei mesi scorsi nelle vie dei Garibaldini e Litta, in via Olona, nel piazzale della Stazione, nel viale Cambonino, in viale Concordia, nell’area antistante la ditta Corazzi, in via Cadore e in via S. Sebastiano, in via dell’Annona, via Fatebenefratelli, al quartiere Castello, nelle vie Castelpiano e Castelforte, nell’area antistante la sede dell’INAIL, in via Olivieri, al parco Sartori e al parco del Vecchio Passeggio. Un intervento che si concluderà nei prossimi giorni con la messa a dimora di 12 piante in via Enrico Toti. E’ inoltre in fase di studio la realizzazione del terzo lotto del Bosco dei nuovi nati. Si tratta complessivamente di 300 nuove piante che vanno arricchire il patrimonio arboreo pubblico.

Nelle prossime settimane inizierà un importante intervento nell'ambito dei lavori di manutenzione straordinaria del verde pubblico: la rimozione di 350 ceppaie dislocate in varie zone della città. Pianificato dal Settore Lavori Pubblici, l’intervento è già stato aggiudicato ad una ditta specializzata. Una volta ultimata la rimozione, sarà possibile provvedere a piantare nuovi alberi in sostituzione di quelli a suo tempo abbattuti perché non più recuperabili e dunque pericolosi per l’incolumità pubblica.

Quello che verrà eseguito è un lavoro complesso: è infatti previsto dapprima il taglio del moncone del tronco rimasto, poi la fresatura o carotatura della ceppaia, infine l’asportazione del materiale di risulta. Entrando nel dettaglio, sono 35 le ceppaie con un diametro inferiore a 40 cm sulle quali si interverrà tramite carotatura, con lo stesso metodo ne saranno rimosse ed asportate 68 con diametro superiore ai 40 cm. Il sistema della fresatura riguarderà invece 114 ceppaie con un diametro inferiore a 40 cm e 132 con un diametro superiore a 40 cm.

Un intervento imponente, come dimostrano i dai dati sopra riportati, che sarà attuato dando priorità al comparto cimitero, via dei Cipressi e via Boschetto, e proseguirà in via Massarotti, via Montello, via Montenero, via Pasubio, via Gradisca, via Sabotino, piazza Castello, via Piave, via Dalmazia, via Montegrappa, viale Trento Trieste (compresa l’area all’interno dell’omonima scuola primaria), largo Priori, viale Concordia, via Belgiardino, via Rivelli, piazza Migliavacca, piazza Cappi, via Fontana (pista ciclabile), via Flaminia, largo Pagliari, via Zaist, via S. Bernardo, via S. Francesco d’Assisi, via F. Filzi, via Castelleone, piazza Ragazzi del ‘99, viale Cambonino, via Caffi, via Sesto (nell’area a giardino), quartiere Cambonino (aree a giardino), parco Trebbia, piazza Paracaccia, Cascinetto (area a giardino), via Aporti (giardino della scuola per l’infanzia), via Gaspare Pedone (scuola per l’infanzia S. Giorgio), via Ticino (scuola per l’infanzia Agazzi), Cascina Riposo, via Calatafimi, via dei Classici (scuola infanzia Martiri della Libertà e parco Sartori), Parco al Po, Lungo Po Europa, piazzale Atleti Azzuri d’Italia (piscine), via Bissolati, via Crocile (giardino della scuola primaria), viale Po, via Amidani, via Villa Angiolina, via Caprera (parco e civ.82), via Mentana (giardino scuola per l’infanzia), piazza Marconi, via S. Rocco, via Ippocastani e via Ca’ del Binda.

“Si tratta di un intervento straordinario in continuità con quello avviato nel 2016, quando erano state rimosse oltre 240 ceppaie: un risultato notevole in quanto vengono praticamente dimezzate quelle che erano presenti in città già dal 2014. I viali e le zone alberate riacquistano dunque ordine e decoro, mentre si prosegue con le piantumazioni”, commenta l’Assessore all’Ambiente Alessia Manfredini.

A questo si affianca il taglio dell’erba in tutti i quartieri cittadini in base alla programmazione stabilita coinvolgendo le ditte appaltatrici: un lavoro intenso e reso complesso dalle particolari condizioni meteorologiche che stanno caratterizzando questo periodo dell’anno.

235 visite

Articoli correlati