Venerdì, 29 maggio 2020 - ore 09.32

Cremonese (0) Cittadella (2) Di fronte ad una prestazione tanto scadente non ci sono giustificazioni | Giorgio Barbieri (Cremona)

Nessuno,e sottolineo nessuno, può attaccarsi agli infortuni, al gol preso a freddo, alla espulsione che ha lasciato la squadra in dieci per un'ora.

| Scritto da Redazione
Cremonese (0) Cittadella (2) Di fronte ad una prestazione tanto scadente non ci sono giustificazioni | Giorgio Barbieri (Cremona)

Cremonese (0) Cittadella (2) Di fronte ad una prestazione tanto scadente non ci sono giustificazioni | Giorgio Barbieri (Cremona) 

Nessuno,e sottolineo nessuno, può attaccarsi agli infortuni, al gol preso a freddo, alla espulsione che ha lasciato la squadra in dieci per un'ora.

La Cremonese è la Cremonese, gli alibi stanno a zero. Il Cittadella non è una squadra 'grandi firme' come quella grigiorossa ma sa quello che deve fare sul terreno di gioco. Veloce, aggressiva (anche cattiva quando serve), sempre propositiva, mai chiusa a difendere il pareggio.

Il merito va anche al 'cremonese Roberto Venturato, un allenatore che ogni stagione deve ripartire quasi da zero perchè gli vendono i giocatori migliori ma che riesce ad ottenere da poco il massimo. Tre anni al Cittadella con tre sesti posti ed un settimo, playoff sempre raggiunti.

E l'anno scorso a 20 minuti dalla fine della finale con il Verona un piede già in serie A. Contro una squadra così organizzata ci voleva una Cremonese normale, capace di mettere in campo tutte le sue qualità. Invece ha rimediato una figuraccia, una delle peggiori degli ultimi tempi. E' vero che mancavano giocatori importanti ma non dimentichiamo mai la sproporzione (rosa, soldi spesi sul mercato, ingaggi) che esiste fra le due realtà. Oggi non si è salvato nessuno, a partire dall'allenatore che ci ha messo troppo tempo a cambiare modulo e che comunque aveva messo in campo una formazione fragile e senza alcun direttore d'orchestra.

Ma le colpe sono anche dei giocatori, molli e quasi assenti sullo scacchiere verde. La difesa è parsa incapace di chiudere sulle incursioni avversarie e si è fatta infinocchiare sul primo gol. Il centrocampo (ma esisteva?) lento e impacciato, con un Deli in giornata no (e siamo buoni), un Arini sempre in affanno e un Valzania che ha commesso due fallacci in 11 minuti prima di finire negli spogliatoi. In avanti, con due punte vere in panchina, ancora Soddimo (forse oggi poteva giocare dietro gli attaccanti) a fare da secondo al fianco di Ceravolo. E alla fine ci si è messo pure Ravaglia con un errore non da lui. Risultato? Sulle seconde palle arrivavano sempre prima gli altri. Insomma, non c'è stata partita. Il Cittadella ha dominato, alla fine il 2-0 sta anche stretto ai veneti.

Rastelli rischia? Se guardiamo alla prestazione sì, non ci sono dubbi. La curva 'Favalli' ha espresso il suo parere a fine gara. La società si è riservata il tempo per pensarci...

Giorgio Barbieri (Cremona)

6 ottobre 2019

513 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online