Venerdì, 29 maggio 2020 - ore 08.35

Cremonese- Entella (0-1) C'è chi corre e chi vorrebbe farlo ma non ci riesce | Giorgio Barbieri

Negli ultimi anni l'inizio del campionato di serie B mette in mostra la velocità delle matricole e la non voluta ma evidente pesantezza di chi ha gli uomini ma non le gambe.

| Scritto da Redazione
Cremonese- Entella (0-1) C'è chi corre e chi vorrebbe farlo ma non ci riesce | Giorgio Barbieri

Cremonese- Entella (0-1) C'è chi corre e chi vorrebbe farlo ma non ci riesce | Giorgio Barbieri

Negli ultimi anni l'inizio del campionato di serie B mette in mostra la velocità delle matricole e la non voluta ma evidente pesantezza di chi ha gli uomini ma non le gambe.

E' successo anche alla Cremonese di (ormai) ieri sera, sconfitta alla prima casalinga di campionato dalla neopromossa Entella. E ora anche chi vedeva la squadra grigiorossa lanciata verso la serie A deve fare qualche riflessione.

Lo abbiamo sempre detto che il calcio non segue una logica, che non vince chi spende di più e schiera in campo giocatori dai nomi altisonanti. Vince chi corre di più, soprattutto all'inizio del campionato quando i carichi di lavoro sono ancora a pesare nei muscoli e il corpo non risponde come si deve alle sollecitazioni della testa.

A Venezia era andata bene, ieri sera no. Ma fra le due partite c'è un comun denominatore: il primo tempo non giocato. E questo è un problema da risolvere al più presto, perchè fra due settimane a Pisa la musica potrebbe essere la stessa. Per un tempo si è aspettato l'avversario, capace di fare pressing e spesso al completo nella metà campo grigiorossa.

Subito il gol (lì hanno sbagliato in tanti, a partire da Castagnetti che non ha fatto la diagonale per finire a Ravanelli che si è fatto andare via Mancosu) la squadra non ha saputo reagire e la voglia di raggiungere almeno il pareggio si è vista solo nel secondo tempo. Tanti tiri ma pochi pericoli veri per la porta difesa dal tiratardi Contini, assecondato da un arbitro poco capace ma che non deve diventare un alibi per il risultato.

Ci poteva stare il pareggio ma l'Entella di Boscaglia (che con la Cremonese su otto volte ha perso solo in Coppa Italia) non ha rubato proprio nulla. E continua la tradizione dei liguri vincenti allo Zini, tre su tre nelle ultime sfide.

Sinceramente non so chi salvare fra i grigiorossi. Credo nessuno, a parte il portiere Agazzi. Il centrocampo, che dovrebbe essere il motore del gioco, ha tossicchiato per tutta la partita senza mai alzare il ritmo del gioco.

E l'attacco sembra quello dei periodo bui, quello che la porta non la vedeva nemmeno con dieci paia di occhiali sul naso. Grande il pubblico dello Zini (quasi 7 mila persone), che si meritava di più. Ma è solo l'inizio, la strada è ancora lunga. Stumm tacc...

245 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online