Sabato, 17 aprile 2021 - ore 07.25

Degli Angeli e Nolli (M5S): Cremona, Osservatorio Arvedi e Piano protezione civile ancora nel pantano.

“Stallo inaccettabile. Dal Comune poche risposte e troppi rimpalli”

| Scritto da Redazione
Degli Angeli e Nolli (M5S): Cremona, Osservatorio Arvedi e Piano protezione civile ancora nel pantano.

Degli Angeli e Nolli (M5S): Cremona, Osservatorio Arvedi e Piano Comunale di protezione civile ancora nel pantano.

“Stallo inaccettabile. Dal Comune poche risposte e troppi rimpalli”  La questione Osservatorio Arvedi e Piano di sicurezza comunale tengono calda l’atmosfera, mentre Marco Degli Angeli, consigliere del M5S di regione Lombardia e Luca Nolli, consigliere comunale di Cremona, iniziano a paventare qualche perplessità e preoccupazione a riguardo: “Prima di tutto - esordisce Degli Angeli -, ringrazio il prefetto di Cremona, il dottor Vito Danilo Gagliardi, per la velocità e la precisione con cui ha risposto alla lettera a firma mia e del consigliere comunale M5S Luca Nolli. Le sue risposte, tuttavia, evidenziano delle questioni che interessano il comune di Cremona e sulle quali mi piacerebbe andare più a fondo”.

Procede con ordine, il consigliere Degli Angeli: ”È assurdo il fatto che l'osservatorio Arvedi non sia più stato convocato dal 28 ottobre 2018”. Il Prefetto spiega che la composizione dell’osservatorio si sarebbe dovuta  rinnovata a seguito dell’insediamento della nuova giunta comunale. “Alla data odierna del 23 settembre 2020 - precisa Degli Angeli - rispetto alla seconda nomina della Giunta Galimberti, sono passati ben 483 giorni. Ecco perché il fatto che i membri dell’Osservatorio non siano ancora stati nominati, ci lascia quanto meno stupefatti. A che punto siamo? Quando la Giunta si darà una mossa? ”

Per quanto riguarda il Piano Comunale di Protezione Civile, questo risulta non essere aggiornato dal 2013. “Ci chiediamo come sia possibile - chiosa Nolli -, dato che l’area industriale di Cavatigozzi è stata negli anni oggetto di nuovi ampliamenti nonché di nuovi insediamenti residenziali, che tra l’altro lamentano ormai da tempo disagi dovuti soprattutto a molestie acustiche e olfattive”. Secondo quanto spiegato dal  Prefetto, sembrerebbe esista un progetto in fase di decollo avviato con regione Lombardia più di un anno fa, proprio per l’aggiornamento del piano comunale vigente. Basta rinvii o risposte incomplete o negate. Il comune dovrebbe garantire trasparenza e  dare risposte e certezza sui tempi.

516 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online