Martedì, 21 agosto 2018 - ore 00.09

Disturbi mentali .Le fake news del Ministro Salvini di Maria Rita Balsamo (Cremona)

Disturbi mentali .Le fake news del Ministro Salvini di Maria Rita Balsamo (Cremona) Egregio direttore, speravo che istituzioni più qualificate della nostra Associazione si indignassero per quanto dichiarato a Pontida dal ministro Salvini, che senza essersi documentato ha ‘sparato ’ sulla legge Basaglia proprio nel quarantennale della sua promulgazione. Inviteremo il ministro al convegno sulla legge Basaglia nell’ottobre prossimo.

| Scritto da Redazione
Disturbi mentali .Le fake news del Ministro  Salvini di Maria Rita Balsamo (Cremona)

Disturbi mentali .Le fake news del Ministro  Salvini di Maria Rita Balsamo (Cremona)

Egregio direttore, speravo che istituzioni più qualificate della nostra Associazione si indignassero per quanto dichiarato a Pontida dal ministro Salvini, che senza essersi documentato ha ‘sparato ’ sulla legge Basaglia proprio nel quarantennale della sua promulgazione. Inviteremo il ministro al convegno sulla legge Basaglia nell’ottobre prossimo.

 

Faccio mie le dichiarazioni della Società Italiana di Psichiatria quando afferma che la diffusione di false notizie, come purtroppo ha fatto il ministro, aumenta le già infondate paure che troppi cittadini ancora mostrano verso le persone affette da disturbi mentali etichettandole come «pericolose» aumentando ingiustamente il pesante fardello dello stigma e della discriminazione di cui purtroppo sono ancora portatori.

Il ministro ignora che il 95% dei reati violenti che avvengono nel nostro Paese è attribuibile alle così dette persone ‘nor mali’? E’ più probabile che chi soffre di disagio psichiatrico sia vittima e non carnefice! Il ministro afferma che la gestione della malattia psichiatrica è stata scaricata in toto sulle famiglie a motivo della chiusura delle strutture di cura che c’erano per i malati psichiatrici, evidentemente parla a slogan, è invece vero che in quei luoghi di ‘cura’ i ricoverati venivano privati della loro dignità e personalità.

Non è informato che una delle poche eccellenze riconosciute dal mondo all’Italia è il sistema della salute mentale! Un sistema che garantisce ogni anno la cura ad oltre 800mila persone grazie all’impegno di circa 30mila operatori, ma che rischia il collasso a causa di un finanziamento inadeguato e che è meno del 3,5% della totale spesa sanitaria, mentre in Paesi come Spagna, Francia, Germania si investe dal 10 al 15% sulla salute ment ale.

 E’ in parte vero che molte famiglie sono lasciate sole, non a causa della legge Basaglia che prevede servizi territoriali efficienti mai creati o potenziati, e per la carenza di professionisti: nei servizi mancano sempre più psichiatri, psicologi, educatori, assistenti sociali per cui i servizi risultano sempre più sguarniti con deficit di operatori che oscillano dal 25 al 75% rispetto allo standard previsto.

Se il ministro vuole davvero aiutare le famiglie si impegni perché vengano reintegrati gli operatori che vanno in quiescenza e che ai nuovi assunti venga garantito un contratto a tempo indeterminato e uno stipendi dignitoso per consentire nuove iscrizioni alle università in grado di fornire al mercato sanitario medici motivati e specializzati in Psichiatria. Inviteremo il ministro al convegno sulla legge Basaglia nell’ottobre prossimo.

Maria Rita Balsamo (presidente Difesa diritti ammalati psichici, Cremona)

 

1252 visite

Articoli correlati