Lunedì, 02 agosto 2021 - ore 07.47

E' il 30 settembre 1984 E' la giornata di Marco Nicoletti | Giorgio Barbieri (Cremona)

E' il 30 settembre 1984, la Cremonese è appena stata promossa in serie A sotto la guida di Emiliano Mondonico. I grigiorossi giocano a San Siro contro il Milan, una sfida di prestigio. Marco Nicoletti al 39' segna un eurogol e porta in vantaggio la Cremonese, nella ripresa Hateley con una doppietta regalerà la vittoria Milan.

| Scritto da Redazione
E' il 30 settembre 1984 E' la giornata di Marco Nicoletti | Giorgio Barbieri (Cremona)

E' il 30 settembre 1984 E' la giornata di Marco Nicoletti | Giorgio Barbieri (Cremona)

E' il 30 settembre 1984, la Cremonese è appena stata promossa in serie A sotto la guida di Emiliano Mondonico. I grigiorossi giocano a San Siro contro il Milan, una sfida di prestigio. Marco Nicoletti al 39' segna un eurogol e porta in vantaggio la Cremonese, nella ripresa Hateley con una doppietta regalerà la vittoria Milan.

E' la giornata di Marco Nicoletti, ma a fine partita un altro Marco (Fonghessi) di Castelleone, tifoso del Milan, perderà la vita fuori dallo stadio accoltellato da un delinquente. La storia viene ripercorsa dal giornalista romano Maurizio Martucci nel libro 'Cuori tifosi. Quando il calcio uccide: i morti dimenticati degli stadi italiani', edito nel 2010 da Sperling & Kupfer'. Martucci riporta anche una testimonianza di Massimo 1963 (il capo storico degli ultras grigiorossi) ovviamente presente quel giorno a San Siro.

"Alla volta di Milano, sulla scia dell'onda dei tifosi cremonesi, viaggia anche Marco con una Fiat 131, accompagnato da altri tre amici sostenitori della Cremo. Perchè in provincia, si sa, il calcio è bello viverlo soprattutto così... Gli uni accanto agli altri, cremonesi e milanisti... E per Milano decide di marciare anche Gabriele, l'altro Fonghessi, il fratello maggiore di Marco, a bordo dei tanti pullman della tifoseria organizzata... Massimo 1963, Usc 1903 Forum, 2006: 'Era stata davvero una incredibile giornata quella vissuta dai 10.000 e più cremonesi presenti, esplosi letteralmente al gol del vantaggio firmato Marco Nicoletti, soprattutto per chi come noi si trovava dietro lo striscione Red Grey Supportes. Si esultò talmente tanto che i Commandos Tigre sistemati sotto di noi si incazzarono e non poco. Alla fine del primo tempo qualcuno dalla Sud milanista fece il giro per cercare rogne ma diciamo che finì tutto in insulti e stop... Comunque i nostri pullman e le macchine ripartirono e solo giunti in città si venne a conoscenza di quello che accadde nel parcheggio di San Siro'. Al termine della gara, sciarpa rossonera al collo, Marco Fonghessi si incammina da piazzale Axum fino al parcheggio di via Capocelatro, praticamente nell'area a ridosso della curva Sud, sede del tifo milanista... A circa mezz'ora dalla fine dalla fine della partita se ne sta fermo davanti alla Fiat 131 targata Cremona, in attesa dei tre amici che hanno visto il match dall'anello superiore della curva Nord, lato opposto dei San Siro, nel settore tradizionalmente riservato agli ospiti. Ha in mano un cuscinetto grigiorosso per riporlo in auto. Ma a questo punto in via Capocelatro compaiono improvvisamente una decina di milanisti con fare minaccioso. Tutto accade in modo molto veloce. Una provocazione. Parole dure, epiteti. Prima una spinta, calci e poi l'assalto. Uno degli aggressori si avventa come una furia contro Marco Fonghessi, strappandogli dalle mani il cuscinetto ed estraendo dalla tasca un coltello a serramanico con cui squarcia uno dei pneumatici dell'auto. Marco reagisce divincolandosi e, per tutta risposta, una coltellata gli piove in pieno petto".

Marco Fonghessi viene portato di corsa all'ospedale San Carlo e alle 18 subisce un delicato intervento chirurgico. Otto ore sotto i ferri. Ma alle 4 della mattina del lunedì il suo cuore cessa di battere. Aveva solo 17 anni. Il responsabile, il diciottenne Stefano Centrone, verrà catturato qualche giorno dopo e confesserà l'omicidio. Verrà condannato a 22 anni di carcere, ma ne farà solo 14. Poi si rifarà una vita sul pavese ma incorrerà ancora in guai giudiziari per estorsione e minacce. Ai funerali di Marco Fonghessi partecipa tutta la Cremonese, del Milan ci saranno solo il presidente Giuseppe Farina e Gianni Rivera.

Nelle foto la copertina del libro, il gol di Nicoletti (lo vediamo in fondo) al Milan e Marco Fonghessi.

 

736 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online