Lunedì, 25 gennaio 2021 - ore 04.02

Fluvialis Civitas: Gerre Caprioli, Pieve d’Olmi, San Daniele Po e Stagno uniti

Quattro incontri serali per spiegare ai cittadini le ragioni della nascita dell’Unione tra i quattro Comuni

| Scritto da Redazione
Fluvialis Civitas: Gerre Caprioli, Pieve d’Olmi, San Daniele Po e Stagno uniti

Nei giorni scorsi è nata l’Unione dei Comuni Fluvialis Civitas, che sta lentamente prendendo forma nei contenuti e nella programmazione. Un percorso importante, che merita una condivisione più ampia possibile, soprattutto tra coloro che saranno i primi beneficiari del nuovo assetto, ovvero tutti i cittadini dei comuni di Gerre de’ Caprioli, Pieve d’Olmi, San Daniele Po e Stagno Lombardo. Per questo motivo i Sindaci dei Comuni intendono incontrare i cittadini spiegare le ragioni che hanno portato a questa scelta epocale, per ascoltare opinioni e perplessità.

Il primo Consiglio dell’Unione, tenutosi il 23 dicembre scorso, ha confermato il sostanziale appoggio di tutte le forze politiche dei vari Comuni nell’elezione del Presidente e questo spinge l’Unione a un maggiore senso di responsabilità nell’operato di ogni giorno. Per suggellare l’importante cambiamento è stata organizzata una serata in ogni Comune, così da rendere possibile la più ampia partecipazione e condivisione. L’impossibilità di partecipare alla presentazione nel proprio paese non preclude la possibilità di partecipare a un’assemblea promossa in un altro paese dell’Unione. Tutti gli incontri infatti saranno pubblici (ore 21:00) e svolti col medesimo assetto informativo.

Si comincia lunedì 1° febbraio, a San Daniele Po, presso la Biblioteca Comunale; si prosegue venerdì 5 febbraio, a Gerre de’ Caprioli, sempre presso la Biblioteca Comunale; il terzo incontro è previsto venerdì 12 febbraio, a Stagno Lombardo, in Sala Consigliare; ultimo appuntamento lunedì 15 febbraio, a Pieve d’Olmi, presso le ex Scuole Elementari.

Nell’Unione le forze si uniscono per dare maggiore efficienza ai servizi e maggiori benefici ai cittadini. Con l’Unione i quattro Comuni potranno “contare qualcosa in più” nel panorama provinciale. I Sindaci si dicono certi del buon esito, forti anche di un territorio vasto e di una risorsa, il fiume Po che, adeguatamente valorizzata, potrà essere volano di interessi e soddisfazioni per le terre e la gente.

1994 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Provincia di Cremona sicurezza stradale 600.000 mila euro di opere sul territorio, confinanziate dalla Regione Lombardia

Provincia di Cremona sicurezza stradale 600.000 mila euro di opere sul territorio, confinanziate dalla Regione Lombardia

Il Servizio Manutenzione Strade e Sicurezza Stradale della Provincia di Cremona ha redatto e appaltato un progetto denominato “INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA STRADALE FINALIZZATI AL CONTRASTO DEI FATTORI DI RISCHIO DELLA RETE VIARIA PROVINCIALE” - ha evidenziato il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni nel presentare le opere, in fase di realizzazione, sul territorio provinciale in termini di sicurezza stradale