Venerdì, 24 maggio 2019 - ore 11.20

Gianluca Galimberti: “Aldo Moro, Peppino Impastato, questo 25 aprile lo dedico a voi”

Durante il suo intervento, il Sindaco Gianluca Galimberti ricorda il sacrificio di Aldo Moro, della sua scorta, di Peppino impastato, vittime della violenza cieca da parte di chi avrebbe voluto distruggere la democrazia

| Scritto da Redazione
Gianluca Galimberti: “Aldo Moro, Peppino Impastato, questo 25 aprile lo dedico a voi” Gianluca Galimberti: “Aldo Moro, Peppino Impastato, questo 25 aprile lo dedico a voi” Gianluca Galimberti: “Aldo Moro, Peppino Impastato, questo 25 aprile lo dedico a voi”

"Bisogna agire ora. E a chi di noi vuole essere resistente, resistente alla paura, all'odio, al nemico inventato, il 25 aprile ci pone una domanda, La domanda: "Qual è la comunità che vogliamo?"

È con queste parole che il Sindaco Galimberti apre il suo discorso di ieri - 25 aprile - rivolgendosi a una piazza gremita di persone. Prosegue poi citando le parole di Aldo Moro, ucciso dalle brigate rosse il 9 maggio 1978.

"Aldo Moro, Peppino Impastato, questo 25 aprile lo dedico a voi, e a voi, uomini della scorta di Moro, lo dedico alla bellezza della vostra vita, uomini dimenticati, servitori della comunità e dello Stato. E noi, noi che siamo quello Stato che voi avete servito, noi per cui voi avete deciso di rischiare fino in fondo e dare la vostra esistenza, noi, che oggi condividiamo queste idee, a voi promettiamo: il 25 aprile unisce la comunità, ci rende migliori servitori della comunità.

Questo, cittadini di Cremona, è il nostro tempo: il tempo della speranza, il tempo della libertà, il tempo di un nuovo 25 aprile. Tempo di lavoro appassionato e consapevole per l'Italia, per la nostra amatissima Europa, per il nostro Stato, per la nostra città".

 

279 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online