Martedì, 17 settembre 2019 - ore 13.20

Incontro tra la Prefettura di Cremona e i rappresentanti della Tavola della Pace

Le associazioni presenti hanno espresso preoccupazione per le provocazioni cui si è assistito negli ultimi tempi in città, con affissione di striscioni e con alcuni messaggi sui social dai toni forti

| Scritto da Redazione
Incontro tra la Prefettura di Cremona e i rappresentanti della Tavola della Pace

Nei giorni scorsi, a seguito della richiesta inoltrata dalla Tavola della Pace di Cremona, si è tenuto un incontro presso la Prefettura di Cremona che ha visto presenti, per la Prefettura, il Capo di Gabinetto Dott. Alfonso Sadutto, ed i referenti di ANPI, ACLI, ARCI, GGIL CISL UIL, CARITAS, Forum del III Settore in rappresentanza di tutti gli aderenti alla Tavola.

Le associazioni presenti hanno espresso al Dott Sadutto preoccupazione per le provocazioni cui si è assistito negli ultimi tempi in città, con affissione di striscioni e con alcuni messaggi sui social dai toni forti indirizzati principalmente contro i cittadini immigrati ma rivolti anche contro tutti quei soggetti che agiscono per la pacifica convivenza, la tolleranza, e la tutela dei diritti umani. Particolare indignazione ha suscitato, inoltre, l’ignobile atto vandalico con cui sono stati deturpati e danneggiati alcuni giochi presenti nei parchi cittadini.

Altro tema discusso è stato quella della sicurezza dei cittadini e delle associazioni che aderiscono alla Tavola della Pace, impegnate nel pieno rispetto delle norme vigenti, in iniziative di espressione della loro attività e dei valori che difendono.

A seguito del confronto in Prefettura, la Tavola della Pace esprime sincero apprezzamento non solo per la solerte e puntuale risposta alla richiesta di incontro, ma anche, nel merito dei contenuti espressi, per la condivisione delle azioni della Tavola e dei valori di cui è espressione.

In modo particolare la Tavola della Pace e la Prefettura hanno convenuto la necessità di proseguire, ciascuno nell’ambito delle proprie responsabilità, nel portare avanti l’indispensabile lavoro di “squadra”, già avviato anche con la collaborazione delle FF.OO., così da poter contrapporre a messaggi di odio e intolleranza messaggi di pace e di tutela dei diritti umani fondamentali, in piena coerenza con i principi e gli ideali sanciti dalla nostra Carta Costituzionale.

353 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online