Venerdì, 15 novembre 2019 - ore 01.01

L'ECO FORUM LETTORI lecodelpopolo@gmail.com ASS.FONDATIVA RADICALI

abbiamo ricevuto a mezzo raggruppamento whatsapp del network Welfare la riflessione di Gigi Rossetti

| Scritto da Redazione
L'ECO FORUM LETTORI lecodelpopolo@gmail.com ASS.FONDATIVA RADICALI L'ECO FORUM LETTORI lecodelpopolo@gmail.com ASS.FONDATIVA RADICALI

Associazione Radicale Fabiano Antoniani

ASSEMBLEA FONDATIVA

Ristorante Centrale Vicolo Pertusio 4, 26100 Cremona

VENERDI 18 Ottobre 2019 ore 18,30

In ordine alla presentazione da parte de L’EdP dell’evento congressuale sopra-richiamato abbiamo ricevuto a mezzo raggruppamento whatsapp del network Welfare la riflessione di Gigi Rossetti.

Che, ringraziando, ben volentieri pubblichiamo. Nell’auspicio che altri nostri lettori intervengano nel dibattito.

 

_____________

 

Sono solo uno e non  rappresento nessuno, ma saluto personalmente come positiva per la vita democratica cremonese questa nuova nascita nel tempo, ahimè soprattutto agli albori del movimento, alcune cose importanti mi accomunano alla - ed altrettante ho "imparato" dalla - cultura ed iniziativa politica dei Radicali, sul fronte delle libertá civili (libertario e di tutela delle minoranze) e dei diritti umani (umanitario e nonviolento);

molte altre mi separano - e, in alcuni casi - mi contrappongono ad essi, sul fronte dei diritti sociali ed economici (liberismo e antisindacalismo), della democrazia partecipativa (maggioritario e personalizzazione leaderistica), delle relazioni internazionali (atlantismo bellicista e filo-sionismo antiarabo):

Cosí come non perdono, sul piano piú strettamente politico, le ondivaghe partecipazioni organiche, opportuniste e subalterne, sia ad alcuni governi delle peggiori destre padronali e fascioleghiste che ad altri listoni del piú regressivo ulivismo neoliberale;

in una deriva trasfigurativa all'amerikana che li ha portati negli anni a perdere molti aspetti di critica egualitaria del potere e dell'originaria ispirazione liberalsocialista e "rivoluzionaria" (quella autentica da gobetti a rossi, non ciò che oggi viene spacciato da troppi mistificatori sotto questo nome),

a degenerare la giusta critica ai tratti totalitari dei regimi in un viscerale e indiscriminato anti-comunismo (che se le parole avessero un senso universale potrebbe definirsi come "anti-socialismo" tout-court), a sposare le peggiori campagne confindustriali contro la dignitá e le lotte dei lavoratori, arrivando talvolta persino a sostenere la logica e la pratica della guerra...



Con questo animo complesso e con questo spirito dialettico, da accanito sostenitore della biodiversitá" del più ampio pluralismo politico, accolgo con interesse la nuova iniziativa politica, augurandole un buon lavoro civile e democratico, promettendole attenzione e ascolto, offrendole disponibilitá al confronto e auspicando possibili convergenze libertarie umanitarie ambientaliste.



*Gg

281 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria