Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 02.30

Libano: Unifil, prima di passare le consegne Brigata Friuli regala un campetto di calcio

L’ultimo progetto inaugurato dal Contingente italiano di UNIFIL, su base Brigata Friuli, prima del rientro in patria e del passaggio delle consegne con la Brigata Taurinense, è stato un campetto di calcio realizzato nel villaggio di Qana, nella provincia di Tiro

| Scritto da Redazione
Libano: Unifil, prima di passare le consegne Brigata Friuli regala un campetto di calcio

In occasione dei saluti di rito, i sindaci delle municipalità del Sector West, delle città di Tiro e di Tibnin, hanno consegnato al generale Cuoci le chiavi della loro città come segno di gratitudine e di affetto della popolazione nei confronti dei militari italiani per i tanti progetti realizzati a favore della popolazione locale, in sei mesi di lavoro, che ha interessato, oltre lo sviluppo e l’addestramento delle forze armate libanesi, anche la società civile. Strade, scuole, illuminazione, forniture di beni primari, attenzione all’istruzione e alla diversità di genere, riduzione della povertà e sviluppo di attività lavorative: una serie di iniziative per le quali le popolazioni hanno mostrato sempre molta gratitudine ai soldati italiani.

Il generale Salvatore Cuoci, particolarmente onorato e lusingato dalla riconoscenza della comunità locale, ha sottolineato come il ‘confidence building’ – cioè il percorso di costruzione di reciproca fiducia tra le parti – sia un processo che richiede pazienza e trasparenza reciproca, ed ha evidenziato come il destino del Libano stia a cuore ad ogni soldato italiano e a tutti i peacekeeper di UNIFIL.

900 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria