Sabato, 24 ottobre 2020 - ore 21.57

LombNelMondo Polonia Nuovo Governo Jaroslaw Kaczynski Vicepremier Vicario| Matteo Cazzulani, Cracovia

Cracovia, Polonia - In Polonia, al governo vi sarà una poltrona ingombrante, quella del Vicepremier, ed una oggetto di contesa, quella del Premier.

| Scritto da Redazione
LombNelMondo Polonia Nuovo Governo Jaroslaw Kaczynski Vicepremier Vicario| Matteo Cazzulani, Cracovia

LombNelMondo Polonia Nuovo Governo Jaroslaw Kaczynski Vicepremier Vicario| Matteo Cazzulani, Cracovia

Cracovia, Polonia - In Polonia, al governo vi sarà una poltrona ingombrante, quella del Vicepremier, ed una oggetto di contesa, quella del Premier.

Così appare la nuova dinamica interna all'esecutivo polacco dopo che il Premier Mateusz Morawiecki ha annunciato, nella giornata di mercoledì 30 Settembre, la composizione del nuovo governo, nel quale, con la carica di Vicepremier Vicario, entrerà Jaroslaw Kaczynski.

Deus ex machina della politica polacca, Capo del partito Diritto e Giustizia (PiS) - la principale forza politica del Paese alla quale appartengono il Premier Morawiecki, il Presidente della Repubblica Andrzej Duda, e la maggior parte dei membri del parlamento - Kaczynski ha deciso di partecipare di persona al governo dopo averne guidato l'attività dall'esterno, ricoprendo la carica di Capogruppo PiS alla Camera dei Deputati e leader della coalizione di governo Destra Unita.

Con la sua entrata nel governo, Kaczynski, che oltre ad essere Vicepremier Vicario eserciterà anche un'azione di controllo sui Ministri di Interno, Difesa e Giustizia, intende risolvere due questioni dirimenti circa la coalizione di governo.

Dapprima, Kaczynski ha inteso silenziare il dissenso di Polonia Solidale, forza politica guidata dal Ministro della Giustizia, Zbigniew Ziobro, che in occasione di due recenti votazioni ha dimostrato apertamente il proprio mal di pancia votando contro le indicazioni di PiS e di Kaczynski.

Nella qualità di Vicepremier e 'controllore' del Guardasigilli, Kaczynski ha posto Ziobro ed il suo Ministero sotto la propria egida, de facto limitandone potere, prestigio ed autonomia politica.

In secundis, Kaczynski ha lanciato un chiaro messaggio di sostegno al Premier Morawiecki nella battaglia che il Capo del Governo sta combattendo col Ministro Ziobro per la successione allo stesso Kaczynski.

Attraverso il 'commissariamento' di Ziobro e del suo Ministero, Kaczynski potrà permettere a Morawiecki di lavorare con maggiore serenità, e di presentarsi, così, all'elettorato della Destra Unita come il candidato in pectore alla successione di Kaczynski.

Il dissenso a Kaczynski permane

Nonostante il rimpasto di governo abbia stabilizzato la situazione interna alla maggioranza, segnali di dissidio sono, tuttavia, ancora presenti.

Ziobro, che secondo indiscrezioni potrebbe avviare negoziati col partito nazionalista-libertario Confederazione per creare una forte alternativa politica a destra del PiS, non sembra accettare la sconfitta, nonostante la chiara posizione di Kaczynski abbia, per ora, congelato la contesa.

Inoltre, anche alcuni esponenti del partito PiS, in maniera più o meno evidente, hanno lasciato trasparire un certo amaro in bocca per la scelta di Kaczynski di designare Morawiecki, anziché un esponente di Diritto e Giustizia con una militanza nel partito di più lunga e comprovata durata, come suo successore alla guida della coalizione.

Matteo Cazzulani, Cracovia Polonia

263 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online