Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 03.10

Lotta contro il cancro in Tunisia

| Scritto da Redazione
Lotta contro il cancro in Tunisia

Lotta contro il cancro in Tunisia
Migliorare l'accesso delle donne tunisine alla diagnosi precoce del cancro al seno attraverso una campagna d’informazione rivolta alla popolazione e attività di formazione del personale oncologico medico e paramedico. Sono gli obiettivi di un programma biennale finanziato principalmente dalla Cooperazione Italiana con 960.000 euro a dono nei Governatorati di Jendouba e Gafsa.
Il tumore maligno del seno è il cancro più diffuso tra la popolazione femminile tunisina. Circa l’11? delle donne affette ha meno di 35 anni. Proprio per l’importanza del tema, il Governo tunisino sta consolidando il suo impegno nella lotta ai tumori dedicando il 2010 alla sensibilizzazione alla lotta contro il cancro. L’iniziativa della Cooperazione Italiana si colloca proprio in questo contesto. Infatti, durante le campagne d’informazione e di sensibilizzazione sulla diagnosi precoce del cancro al seno sono coinvolte 716 persone, tra cui 120 infermieri esperti in comunicazione sanitaria (IEC), 93 medici di base, 136 ostetriche e 353 infermieri. Negli ospedali regionali, finora hanno beneficiato della formazione 8 chirurghi e 8 ginecologi, uno specialista in anatomia patologica e 8 tecnici di radiologia, 7 funzionari addetti all’informatizzazione dei dati nelle direzioni regionali e nelle direzioni ospedaliere. Restano da formare radiologi specializzati in senologia che potranno disporre di moderne attrezzature italiane per i servizi di oncologia mammaria (tra cui mammografi, ecografi e laboratorio di anatomia patologica), forniti nell’ambito di un altro programma della Cooperazione Italiana ("Programma di aiuto alla bilancia dei pagamenti").

fonte: http://www.ilcorriereditunisi.it/default.asp?id=24&ACT=5&content=476&mnu=24

1835 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria