Giovedì, 02 luglio 2020 - ore 22.10

Luciana Castellina a Cremona mercoledì con Arci Cremona e Circolo Arcipelago

La presentazione del libro “Guardati dalla mia fame” sarà occasione per approfondire il tema della nonviolenza nelle lotte popolari. Modera Marco Turati

| Scritto da Redazione
Luciana Castellina a Cremona mercoledì con Arci Cremona e Circolo Arcipelago

Guardati dalla mia fame. La questione della violenza e le ragioni della nonviolenza nelle lotte popolari: questo il titolo della conversazione prevista per mercoledì 18 febbraio, alle ore 21:00, presso Luogocomune - Centro Sociale Culturale Arci, a Cremona, in Via Speciano, 4 (ingresso con tessera Arci 2015). Ospite speciale della serata sarà Luciana Castellina, autrice del libro Guardati dalla mia fame, scritto insieme a Milena Agus e pubblicato da nottetempo. L’incontro, moderato da Marco Turati, è organizzato da Arci Cremona e dal Circolo Arcipelago, in collaborazione con Arci Book Lombardia, e vedrà intervenire Emanuela Ghinaglia, Presidente di Arci Cremona, e Claudia Noci, Presidente del Circolo Arcipelago.

«È forse la prima volta che un avvenimento, in questo caso un efferato delitto, viene raccontato in uno stesso libro da due voci contrapposte che entrano nella pelle della vittima o dell’aggressore», si legge nelle note del volume. «Nella Puglia del dopoguerra, terra di passaggio dove si incontrano reduci, transfughi, tedeschi e alleati, in occasione di un comizio di Giuseppe Di Vittorio, politico e sindacalista, avviene un linciaggio. Milena Agus e Luciana Castellina entrano nei fatti, ciascuna con la propria passione e la propria ragione, minuziosamente documentate. Milena Agus penetra nel palazzo delle vittime, e le ricrea con la sua smagliante e amorosa immaginazione, mentre Luciana Castellina ricostruisce la storia di quegli anni, assai poco nota, e le circostanze che fecero di una folla di poveri braccianti e delle loro donne dei feroci assassini: una all’interno, l’altra all’esterno, in due superfici che si toccano senza conoscersi, il palazzo e la piazza, e che quando vengono a contatto, esplodono».

Luciana Castellina, classe 1929, giornalista, scrittrice e militante politica, ha fatto parte del gruppo fondatore del quotidiano Il Manifesto, dopo l’espulsione dal PCI nel 1969. Eletta alla Camera dei Deputati e al Parlamento Europeo, ha scritto numerosi saggi e racconti (è stata finalista al premio Strega nel 2011). Da più di vent’anni fa parte del Consiglio Nazionale di Arci, e nel 2014 ne è stata nominata Presidente Onoraria. Durante le recenti votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica, al primo scrutinio è risultata la terza candidata più votata.

840 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria