Lunedì, 26 agosto 2019 - ore 00.04

Nei bus KM SpA sulla tratta Bozzolo-Casalmaggiore studenti stipati come animali Valentina Penotti

Egregio direttore, le chiedo ospitalità per denunciare la grave situazione di disagio che sono costretti a vivere quotidianamente gli studenti pendolari, diretti alle scuole di Casalmaggiore provenienti dai comuni di Bozzolo, Rivarolo Mantovano e San Martino dall’Argine.

| Scritto da Redazione
Nei bus KM SpA sulla tratta Bozzolo-Casalmaggiore studenti stipati come animali Valentina Penotti

Il servizio autobus è erogato dalla società KM SpA di Cremona, facente parte di ‘Arriva Italia’ a sua volta appartenente al colosso tedesco DB. ‘Serviz io’ che costa alle famiglie la non modica cifra di 479 euro a l l’anno per ogni alunno. A fronte di questo esborso, KM SpA, per poter massimizzare i profitti, stipa gli autobus all’inverosimile.

E così gli studenti devono fare i 20 km del tragitto stando piedi premuti l’uno contro l’altro, chi nel corridoio, chi sui gradini delle porte, chi addossato al conducente e chi nello snodo centrale (vengono utilizzati autobus autosnodati) con evidenti problemi in termini di sicurezza e di comfort.

Ma oltre al disagio del viaggio i mezzi giungono sistematicamente in ritardo così da complicare la vita ai nostri ragazzi e alle famiglie. Dai controlli fatti dalle forze di polizia non pare si siano rilevate irregolarità.

Gli agenti avrebbero verificato che i ragazzi erano effettivamente premuti in condizioni bestiali ma, entro i limiti di legge (130 passeggeri di cui 55 seduti e 75 in piedi!).

L’Italia è proprio uno strano Paese: se non ti allacci la cintura di sicurezza, sulla tua macchina, ti multano e ti tolgono 5 punti di patente; mentre se eroghi un servizio pubblico di trasporto puoi scorrazzare liberamente per due province con un autobus stra-pieno di studenti che viaggiano in piedi in equilibrio precario!

E nessuno può dire niente! Per legge, sui camion trasporto bestiame, i vitelli di 50 kg (più o meno il peso dei nostri ragazzi), devono avere a disposizione almeno 0,4 metri quadrati per ogni animale mentre i nostri figli si devono accontentare di 0,25 metri quadrati!

Ma KM SpA non eroga il servizio per diritto divino ma perché si è aggiudicata a suo tempo un appalto con la Provincia di Cremona e quindi se il capitolato ha ‘buchi’ tali da consentire che il servizio possa venire gestito in questo modo o se non viene controllata la qualità effettiva del servizio erogato, emergono chiaramente anche le responsabilità della Provincia di Cremona e dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale del Bacino di Cremona e Mantova che, a questo punto, sembra configurarsi come l’ennesimo ente inutile di cui proprio non si sentiva il bisogno.

Valentina Penotti e altre 34 firme (Bozzolo)

2217 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online