Domenica, 25 luglio 2021 - ore 00.42

Nell’ultimo anno è stato avviato a riciclo il 64,68% degli imballaggi in legno

Semeraro: «Dal sistema Rilegno oltre 10mila posti di lavoro, e soprattutto un "risparmio" nel consumo di CO2 pari a quasi 2 milioni di tonnellate ogni anno»

| Scritto da Redazione
Nell’ultimo anno è stato avviato a riciclo il 64,68% degli imballaggi in legno

Le conseguenze del Covid-19 si sono abbattute anche sulla filiera italiana per il recupero del legno – con l’avvio a riciclo che si è fermato a quota 1,84 mln di ton, il 6,4% in meno rispetto al 2019 –, che nonostante tutto ha dato buona prova di resilienza nel corso del 2020: gli imballaggi avviati a riciclo stati infatti il 64,68% , ben oltre il timido target del 30% fissato dall’Ue al 2030.

«Possiamo dire che la crisi dovuta alla pandemia vissuta in questi lunghi mesi non ha fermato il riciclo del legno – commenta Nicola Semeraro, presidente di Rilegno – e il nostro Consorzio ha sempre continuato a operare garantendo la raccolta e l’avvio al riciclo del legno in tutta Italia. Come testimoniano due recenti ricerche del Politecnico di Milano condotte nel 2019/2020 il nostro sistema (filiera riciclo + filiera rigenerazione pallet) genera un impatto economico e occupazionale, con oltre 10mila posti di lavoro, e soprattutto un “risparmio” nel consumo di CO2 pari a quasi 2 milioni di tonnellate ogni anno».

Una prospettiva confermata dal Rapporto sull’attività svolta nel 2020 da Rilegno – il Consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi in legno – appena approvato dall’Assemblea annuale.

Nonostante le misure finalizzate a limitare la diffusione della pandemia abbiano avuto significative ripercussioni sulle filiere degli imballaggi,  il sistema Rilegno ha dimostrato resilienza garantendo costantemente sia la raccolta attraverso le 421 piattaforme sparse sul territorio nazionale, sia la capacità di assorbimento da parte delle industrie del riciclo consorziate.

Tra gli altri dati da sottolineare c’è l’attività di rigenerazione dei pallet, fondamentale in ottica di prevenzione, che ha raggiunto numeri importanti: sono 827.000 le tonnellate recuperate, ovvero oltre 60 milioni i pallet usati, rigenerati e reimmessi al consumo. Anche la raccolta differenziata urbana realizzata attraverso le convenzioni attive con 4.549 Comuni, con una popolazione di circa 42.700.000 abitanti, ha registrato una leggera flessione legata all’emergenza sanitaria raggiungendo le 638.000 tonnellate complessive.

194 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria