Lunedì, 18 ottobre 2021 - ore 01.24

PEDEMONTANA:ONLIT (BALOTTA), 25 MILA ESPROPRI ILLEGGITIMI

NUOVA PROROGA, PALESE VIOLAZIONE DEL DIRITTO RISCHIO RIVOLTA DEI PROPRIETARI

| Scritto da Redazione
PEDEMONTANA:ONLIT (BALOTTA),  25 MILA ESPROPRI  ILLEGGITIMI

PEDEMONTANA:ONLIT (BALOTTA),  25 MILA ESPROPRI  ILLEGGITIMI

 NUOVA PROROGA, PALESE VIOLAZIONE DEL DIRITTO RISCHIO RIVOLTA DEI PROPRIETARI

 Dal  2009 quando il Cipe approvò il progetto definitivo dell’autostrada Pedemontana Lombarda 35 mila lombardi proprietari di terreni, case e fabbriche vennero avvisati che le loro proprietà sarebbero state espropriate per lasciare spazio alla costruzione dell’autostrada  che dovrebbe tagliare in due  la Brianza per 67 km.. Da allora solo il 30% della strada  è stato realizzato e   25 mila proprietari da oltre 12 anni sono ostaggi di Pedemontana, prigionieri in casa loro senza poterla vendere o ristrutturare senza avere disponibili le loro proprietà. Secondo le norme si potrebbe tenere sotto esproprio una proprietà per massimo sette anni. Due anni fa sono stati allungati i tempi  fino allo scorso gennaio. Con un blitz illegittimo favorito da una azione pilatesca del MIT, il Cal (Concessioni autostradali Lombarde), parente stretto di Aria spa,  ha di nuovo prorogato l’esproprio fino al   2023. Una vera e propria violazione delle prerogative dei cittadini che non ha precedenti nella storia del diritto in Italia.Una situazione insopportabile che può sfociare in ricorsi amministrativi per riaffermare il diritto e la  proprietà privata

  Certo la storia di Pedemontana non si può definire una di finanza di progetto, seppure sia cominciata con queste intenzioni e regole. Regole che parlavano chiaro: 4 miliardi di costi: il 33% (1,2 miliardi) a carico dello  lo Stato ma il resto doveva essere finanziato in parte dal concessionario (allora 500 mln) e il resto  dal mercato. I lavori sono partiti con i soldi pubblici, saliti dal 33% all’80% ma senza quelli privati, se si esclude un prestito “ponte” da 200 milioni concesso dalle banche socie a tassi esorbitanti (oltre il 7%) che saranno pagati da pantalone.

 Dario Balotta presidente Osservatorio Nazionale Infrastrutture e Trasporti

 O.N.L.I.T. – V.LE CALDARA 9 20122 MILANO C/O STUDIO ASSOCIATO MELE – TEL.02-9004114 | 02-6596567 | CELL.3356361874

336 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online