Lunedì, 23 maggio 2022 - ore 01.38

RICORRE DOMANI LA GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE, MILIARDI DI PERSONE RESPIRANO ARIA MALSANA.

URTROPPO ANCHE LA PROVINCIA DI CREMONA NON BRILLA DA QUESTO PUNTO DI VISTA. E’ UN’OCCASIONE DI RIFLESSIONE PER MODIFICARE LE NOSTRE ABITUDINI MA SOPRATTUTTO LE POLITICHE AMBIENTALI.

| Scritto da Redazione
RICORRE DOMANI LA GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE, MILIARDI DI PERSONE RESPIRANO ARIA MALSANA.

Cremona: Ricorre domani la giornata mondiale della salute lanciata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con una domanda: Siamo in grado di reimmaginare un mondo in cui aria, acqua e cibo puliti siano a disposizione di tutti? Secondo l’ultimo aggiornamento dell’OMS sulla qualità dell’aria, infatti, ogni anno oltre 13 milioni di decessi in tutto il mondo sono  dovuti a cause ambientali evitabili. Tra queste anche la crisi climatica, che “è la più grande minaccia sanitaria per l’umanità”. Quasi l’intera popolazione mondiale (99%) respira aria inquinata, derivante dalla combustione di combustibili fossili – avverte l’OMS, che sottolinea l’importanza di limitare l’uso di combustibili fossili e di adottare altre misure per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico, responsabile della morte di “13 persone ogni minuto a causa di cancro ai polmoni, malattie cardiache e ictus”. Attualmente un numero record di oltre 6.000 città in 117 Paesi sta monitorando la qualità dell’aria, ma le persone che vi abitano continuano a respirare livelli malsani di particolato fine e biossido di azoto. Secondo i risultati emersi dal monitoraggio, le popolazioni dei Paesi a reddito medio e basso subiscono le esposizioni più elevate. 

Codacons: “Un’occasione per una seria riflessione su un tema drammatico. La giornata mondiale della salute sia da volano per ripensare le nostre abitudini di consumo ma soprattutto sia da stimolo ai poteri pubblici per ripensare le politiche ambientali, troppo spesso deficitarie e poco incisive. I dati dell’inquinamento atmosferico in città e in generale in Lombardia lo dimostrano chiaramente. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”. 

157 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria