Venerdì, 24 maggio 2019 - ore 15.20

Tagli costi politica e dimissioni di Formigoni | A.Alloni | Telefonata

| Scritto da Redazione
Tagli costi politica e dimissioni di  Formigoni | A.Alloni | Telefonata

Dopo lo scandalo della Regione Lazio abbiamo  sentito Agostino Alloni che evidenzia come in Lombardia i costi della politica ( contributi ai gruppi regionali) siano stati tagliati di circa il 20% negli ultimi anni e che comunque vanno documentati. Quello che è avvenuto nel Lazio non è la norma, lì siamo in presenza di ladri ,di disonesti – continua Alloni- ed i partiti debbono fare pulizia.
Formigoni si deve dimettere in quanto è inquisito come sono inquisiti molti dei suoi assessori e consiglieri regionali. I consiglieri del PD sono pronti a dimettersi e quelli della Lega Lombarda?

Gian Carlo Storti
direttore www.welfarecremonanetwork.it
Cremona 9  ottobre 2012

La telefonata
Tagli costi politica e dimissioni di Formigoni | A.Alloni

1106 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

Sull’intesa che stabilisce le condizioni a cui avverrà la cessione individuale del contratto di ognuno dei 206 lavoratori è stata firmata dal Gruppo Gavio e dalle segreterie nazionali, regionali e territoriali di Fit Cisl, Uil Trasporti, Sla Cisal e Ugl. Ma non dalla Filt-Cgil. La trattiva e l’intesa è avvenuta non al Ministero ma sul tavolo negoziale azienda-sindacati.
(La telefonata) Lavoratori Centro Padane Ben Halla  (Filt-Cgil) . Lavoratori pronti alla lotta. Una grazie alle Istituzioni

(La telefonata) Lavoratori Centro Padane Ben Halla (Filt-Cgil) . Lavoratori pronti alla lotta. Una grazie alle Istituzioni

Questa mattina, mercoledì 14 febbraio, a seguito della decisione del CdA di Centro Padana di non assumere per passaggio diretto tutti i lavoratori della precedente gestione A21 si è svolto, nel comune di Cremona,un incontro con presenti il Sindaco Galimberti, Il Presidente della Provincia Viola, il Presidente della Camera di Commercio Auricchio, il sottosegretario Pizzetti ed i rappresentanti dei lavoratori di Cgil-Cisl-Uil per esaminare il da farsi dopo la decisione non condivisa del Consiglio di Amministrazione del Centro padane di proprietà del gruppo Gavio.