Martedì, 17 maggio 2022 - ore 13.43

VORREI SPENDERE UNA PAROLA A FAVORE DI MATTEO RENZI di ARNALDO DE PORTI

Ora come ora, onestamente, devo dire che provo la sua stessa sofferenza interiore per la situazione non certo rosea nella quale si trova, tuttavia, sarei un bugiardo se non lo dicessi, mi pare che Matteo Renzi abbia non solo pagato questo aspetto negativo della sua persona, ma stia recuperando stima da parte del popolo italiano

| Scritto da Redazione
VORREI SPENDERE UNA PAROLA A FAVORE DI MATTEO RENZI di ARNALDO DE PORTI

VORREI SPENDERE UNA PAROLA A FAVORE DI MATTEO RENZI di ARNALDO DE PORTI

Ora come ora, onestamente, devo dire che provo la sua stessa sofferenza interiore per la situazione non certo rosea nella quale si trova, tuttavia, sarei un bugiardo se non lo dicessi, mi pare che Matteo Renzi abbia non solo pagato questo aspetto negativo della sua persona, ma stia recuperando stima da parte del popolo italiano

------------------------

Pur dando per scontato, non soltanto da parte mia, che l’ex presidente del consiglio durante il suo periodo di governo ha dato l’impressione di essere un bullo (senza offesa) della politica che voleva fare tutto da solo, supportato da alcuni suoi fidati, circostanza che l’ha fatto precipitare molto in basso presso la pubblica opinione, mi par oggi di poter dire che l’uomo Renzi sia cambiato, non solo perché finalmente ha dichiarato di non voler spartire nulla con le destre, ma anche perché egli sembra aver ridimensionato quell’aria di autosufficienza, spesso sibillina al punto da non poter distinguere, da parte del cittadino, se faceva politica di destra o di sinistra.

Ora come ora, onestamente, devo dire che provo la sua stessa sofferenza interiore per la situazione non certo rosea nella quale si trova, tuttavia, sarei un bugiardo se non lo dicessi, mi pare che Matteo Renzi abbia non solo pagato questo aspetto negativo della sua persona, ma stia recuperando stima da parte del popolo italiano. Del resto, umanamente, non mi pare corretto condannare a vita chi ha sbagliato ed altrettanto umanamente io ritengo giusto che l’uomo venga rivalutato a 360 gradi. Ne sia conferma che la sua preparazione politica, unita alla pregressa esperienza di governo, cominciano ad emergere presso l’elettorato sano, disposto a dimenticare in presenza di questa metamorfosi renziana.

Andrebbe anche detto che, ora come ora, in Italia non esiste ancora nessun personaggio  rappresentativo come lui nei vari consessi internazionali e che la sua capacità dialettica, sicura e piacevole, non farebbe sfigurare il Paese. Del resto, l’Italia, avrebbe avuto bisogno di una impostazione forte che, capita aprioristicamente da Renzi, non è stato possibile mettere in atto non certo per colpa sua, ma a causa di una frammentazione politica italiana senza precedenti.

Se poi si vorrà nuovamente un Berlusconi per il quale stiamo ancora pagando lo scotto di certe magre figure non solo a livello europeo o di un Salvini che….mi fermo qui, vorrà dire che prevarrà il masochismo, per cui non sarà poi necessario piangerci addosso.

ARNALDO DE PORTI

794 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online