Lunedì, 23 maggio 2022 - ore 15.53

Vuoi aprire una biblioteca di genere? Hai libri da donare a Villa Gaia? | Isa Maggi

BIBLIOTECHE DI GENERE IN RETE, LA BIBLIOTECA DI GAIA - BENE COMUNE, LE CITTA’ DELLE DONNE

| Scritto da Redazione
Vuoi aprire una biblioteca di genere? Hai libri da donare a Villa Gaia? | Isa Maggi

Vuoi aprire una biblioteca di genere? Hai libri da donare a Villa Gaia? 

 BIBLIOTECHE DI GENERE IN RETE, LA BIBLIOTECA DI GAIA  - BENE COMUNE, LE CITTA’  DELLE DONNE

I fondamenti

Il progetto nasce dalla feconda interazione del lavoro di ricerca, studio ed attivismo svolto a  Sportello Donna Pavia,  presso  gli Stati generali delle Donne e  con la Fondazione Gaia, in collaborazione con tante altre realtà associative presenti in tutta Italia attraverso l’Alleanza delle Donne

Abbiamo creato  nel 1997  a Pavia lo Sportello Donna,  uno spazio pubblico e sociale  legato al lavoro e alla cultura delle donne  per promuovere il pensiero e il protagonismo femminile basato sull’impegno concreto per contrastare la disoccupazione femminile  e la violenza sulle  donne.

Il nostro lavoro si arricchisce ogni giorno con le attività degli Stati Generali delle Donne e dell’Alleanza delle Donne per organizzare  insieme riflessioni, ricerche, ospitare  incontri, seminari, promuovere la cultura femminile e femminista con associazioni, collettivi, istituzioni e operatori culturali.

Fondazione Gaia, un luogo dedicato all’accoglienza di donne in difficoltà economica e sociale, vittime di violenza, profughe è lo spazio fisico dove tutto ciò si realizza.

Il contesto nazionale è la Rete delle Città delle Donne dove intendiamo implementare le attività in collaborazione con donne, associazione, Comuni ed anche Uomini Illuminati per favorire la circolazione dei saperi  e del saper fare delle donne  e per documentare il pensiero femminile e femminista italiano e internazionale, attraverso  i nuovi linguaggi della contemporaneità.

Obiettivo del  progetto è mettere in rete le biblioteche di genere che verranno attivate presso le Città delle Donne a partire da quella di Pavia presso Villa Gaia.

Affiancandoci ai progetti già esistenti in Italia e in Europa ed ampliandone quindi  le potenzialità per meglio diffondere la cultura di genere anche nei luoghi lontani  e sperduti, il progetto parte con la raccolta dei primi 1000  volumi.

Gli ambiti tematici sono: la storia dei movimenti delle donne, i femminismi, gli studi di genere.

Nello specifico la biblioteca ricomprenderà tutti i volumi provenienti dallo Sportello Donna di Pavia, sulle tematiche femminili e con autrici donne nell’ambito della letteratura italiana ed internazionale: diritti, corpo e mente, cura, sessualità, costume, politica, nuove tecnologie,innovazione, gender divide,  imprenditoria, lavoro delle donne,  nuovi lavori e nuove professioni, le stem,la creatività, arte, narrativa, musica, poesia, teatro, cinema, editoria, etica, filosofia, psicologia, psicoanalisi, religione, critica letteraria, soluzione non violenta dei conflitti, migrazioni, cibo, ecologia integrale e ruolo delle donne nelle lotte verso i cambiamenti climatici.

Sono incluse  biografie e autobiografie, progetti di ricerca, opuscoli, libri di consultazione, CD-ROM, tesi, relazioni annuali e diari di donne.

La maggior parte delle pubblicazioni sono in italiano o inglese.

 Modalità di accesso

È possibile presso Villa Gaia, in Rea, provincia di Pavia, a partire da maggio 2022, prendere in prestito libri e visionare riviste e archivi previo appuntamento nella nostra biblioteca. Per accogliere tutti e tutte in sicurezza, applichiamo alcune regole dettate dalla normativa Covid.

Si effettua una prenotazione tramite isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com

Orari di apertura: mercoledi  e sabato,  dalle 10.00  alle 17.00 Wifi gratis

E’ in fase di preparazione un sito per registrasi ed ottenere le informazioni e le prenotazioni.

Potrai anche abbonarti alla Biblioteca.

Potrai cosi visualizzare i documenti dell'archivio.

L'inventario e la descrizione di tutti gli archivi saranno accessibili digitalmente.

Biblioteca della poesia

Una sala specifica della Biblioteca sarà dedicata alla poesia per rendere omaggio al Concorso internazionale “La Couelur d'un Poème” e raccogliere i libri degli autori e delle autrici che partecipano ogni anno al Concorso.

La biblioteca per i bambini e le bambine

La biblioteca ospiterà  una sezione i dedicata alla letteratura per bambini e bambine con oltre 500 opere di autrici, italiane e straniere, disponibili in lingua italiana.

La raccolta nasce attorno agli anni 1990  e proviene dalla raccolta della Famiglia Maggi Santagostino.

Auspichiamo che la collezione si potrà arricchire grazie alle  donazioni, sia private da parte di singole donne  e famiglie  sia di enti ed imprese dell’editoria.

I volumi sono suddivisi in albi illustrati, storie illustrate, prime letture, romanzi e racconti, biografie, graphic novel, poesie e filastrocche, fiabe e leggende, saggistica.

Centro di documentazione e di ricerca sul lavoro delle donne

La Biblioteca si affianca al Centro, fisicamente presente presso Villa Gaia ed istituito con il Fondo della scrittrice giornalista Marta Ajò. La raccolta del materiale di documentazione esiste dal 1970 ed è  una delle più antiche raccolte su donne, lavoro  e genere in tutta Italia. Contiene archivi, documenti cartacei e visivi, riviste, ritagli biografici, libri, brochure, relazioni, tesi, interviste, immagini e audio, oggetti e documentazione.  Il Centro supera la tradizionale visione settoriale e si pone, attraverso l’analisi storica tradizionale, come obiettivo una declinazione del gender mainstreaming in una ottica di sostenibilità sociale, economica e culturale che crei le basi per disegnare il nostro futuro come importante crossroad dei femminismi contemporanei.

Il recupero della memoria e la sua trasposizione al presente passa infatti  attraverso la raccolta, la diffusione della documentazione  e la costruzione interattiva e dialogante  di una banca dati nazionale per la catalogazione sistematica della vasta produzione scritta, edita ed inedita delle donne ma  anche attraverso la collaborazione continua       con altre realtà in diverse parti d’Italia e all’estero per  rendere possibile lo scambio continuo di informazioni su tematiche di interesse comune.

Tutta la parte documentale sarà oggetto di digitalizzazione per la completa fruibilità presso le Università anche per la redazione di tesi di laurea.

Attività e programmi

Le attività di base saranno accompagnate da presentazioni di libri e riviste , incontri con l’autore/autrici, realizzazione di eventi culturali,  gruppi di lettura, laboratori di scrittura, visite guidate, percorsi e progetti per ragazze e ragazzi, attività per le scuole e per gli asili dell’infanzia, oltre con il sistema delle imprese.

Un ampio spazio sarò rivolto alle attività formative.

I temi che tratteremo per il 2022 saranno: la violenza di genere, l’educazione al rispetto e alle relazioni, il lavoro delle donne,  la cura verso di noi e verso l’ambiente, gli stereotipi di genere, le giovani donne nel mondo che sta cambiando.

Oltre ai programmi la Biblioteca parteciperà a diversi progetti con network nazionali ed internazionali (UN Women's Convention, Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura ecc).

Sviluppi futuri del progetto  della Biblioteca di genere in rete

1) Digitalizzazione e messa in rete

E’ in corso un’azione di creazione del sito web  e di supporti on line per la messa in rete della Biblioteca di genere a Villa Gaia con altre biblioteche.

2) Apertura di una emeroteca

Il progetto intende tenere attiva e funzionale una emeroteca con riviste e periodici  editi in Italia e in altri paesi del mondo.

Oltre al lavoro di  recupero di   riviste storiche italiane, risalenti all’Ottocento e al primo Novecento  ed anche quelle dedicate alla moda e al costume italiano  si intende attivare gli abbonamenti a  periodici femminili e/o femministi, italiani e internazionali, di epoca contemporanea.

In formato digitale con accesso gratuito da remoto sarà possibile accedere alle principali riviste italiane ed internazionali.

I periodici potranno  essere richiesti per la consultazione rivolgendosi al banco informazioni della biblioteca; è possibile farne riproduzioni ed è inoltre attivo il servizio di “Consegna on line “per la fornitura di copie di articoli da remoto.

3) Creazione di gruppi di lavoro

4) Messa a  sistema di una newsletter informativa

5) Esposizione dei Manifesti   sulle donne e per le donne, a partire da quelli della rassegna di Sportello Donna “Ottomarzotuttol’anno” come esposizione fisica, a Villa Gaia  che  come digitalizzazioni di opere a stampa di diverse epoche relative alla memoria storica, culturale, politica e sociale delle donne e dei loro movimenti di emancipazione e liberazione dall’ottocento ai giorni nostri  per  renderne possibile la fruizione online.

Donazioni

La biblioteca di genere di Villa Gaia  raccoglie principalmente materiale in  ogni lingua  sull'emancipazione e sulla storia dei movimenti femminili: libri ed  anche altre forme di pubblicazione come riviste, oggetti e manifesti, archivi, diari e  foto.

Si prega di contattare l'archivista per questo tramite isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com

Se vuoi contribuire inviando materiali e libri contattaci al 3662554736 ed anche via mail a isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com

I libri e i materiali devono essere spediti a Fondazione Gaia Via Po 42 – 27010 Linarolo, Pavia

Supporto

Fondazione Gaia, Stati generali delle Donne con il progetto Città delle Donne e lo Sportello Donna sono organizzazioni senza scopo di lucro, indipendenti con l'obiettivo di contribuire alla storia delle donne, all'emancipazione, al femminismo, al genere e agli studi sulle donne, in tutte le diversità sociali e nazionali.

Se sostieni la conservazione del nostro archivio e il nostro contributo a una società più equa, puoi sostenerci finanziariamente.

Puoi fare una donazione qui:

Il contributo è detraibile dal reddito d’impresa o professionale.

IBAN BANCA ETICA  IT 54 G 05018 01600 000016908485 intestato a Fondazione Gaia

Causale: contributo per la Biblioteca di genere

PER INFORMAZIONI https://www.fondazionevillagaia.org/ 

 Fonte : ISA MAGGI

gennaio 2022

Firma la petizione: NEL 2022 UNA DONNA AL QUIRINALE clicca qui

556 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online