Venerdì, 12 agosto 2022 - ore 22.30

Al via il Programma di cooperazione europea COPOLAD III

| Scritto da Redazione
Al via il Programma di cooperazione europea COPOLAD III

È iniziato ieri, 15 febbraio, con un evento on line il Programma di Cooperazione tra l’America Latina, i Caraibi e l’Unione Europea sulle politiche antidroga, COPOLAD III, giunto alla sua terza fase.

Si tratta di una iniziativa di particolare rilevanza, considerate le enormi ripercussioni sociali ed economiche generate a livello globale dal traffico di stupefacenti soprattutto in questa delicata fase post pandemia, gestita dall’Istituto Italo-Latino americana (IILA) e dalla Fundación Internacional y para Iberoamérica de Administraciones y Políticas Públicas (FIIAPP-Spagna), con la partecipazione della cooperazione tedesca, attraverso la Deustche Gesellchaft für Internationale Zusammenarbeit (GIZ) e dell’European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (EMCDDA).

L’incontro ha rappresentato un importante momento di incontro tra i principali attori coinvolti nel programma, circa 170 alti funzionari del settore provenienti da tutti i paesi interessati, un’utile occasione per riflettere su specifiche tematiche, come l’impatto della crisi causata dalla pandemia da covid19 sui risultati delle politiche pubbliche in materia di droga e le future sfide da affrontare per rafforzare lo stato di diritto, ma anche una opportunità per presentare il piano operativo per il 2022.

Alla riunione sono intervenuti – insieme ai rappresentanti delle altre istituzioni coinvolte – la Segretaria Generale dell’IILA Antonella Cavallari e il Consigliere Giovanni Tartaglia Polcini, consulente giuridico del MAECI e coordinatore per i programmi di giustizia e sicurezza gestiti dall’IILA.

La lotta contro narcotraffico e crimine transnazionale organizzato rappresenta una priorità non solo nell’Agenda dell’Unione Europea, ma anche in quella di IILA che, come ha evidenziato Cavallari, pone al servizio della comunità internazionale le migliori professionalità italiane specializzate nelle politiche e strategie antidroga e anti riciclaggio.

Parteciperanno infatti attivamente a questa terza fase del programma: la Direzione Centrale Servizi Antidroga e l’Ufficio Coordinamento e Pianificazione delle FF.PP del Ministero dell’Interno, il Dipartimento per le Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo ed il Dipartimento per gli affari di giustizia del Ministero di Giustizia.

Con un finanziamento di 15 milioni di euro, COPOLAD III consentirà di realizzare più di 272 iniziative di assistenza tecnica, 180 attività di formazione, 240 attività di tutoraggio, diversi incontri regionali, pubblicazioni e campagne di divulgazione in tutti i 33 paesi beneficiari. (aise) 

295 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria