Sabato, 26 settembre 2020 - ore 22.06

Appello ai nonni e nipoti: raccolgo racconti fiabeschi di Agostino Melega (Cremona)

Ma mi “accontenterei” anche dei nipoti di questi vegliardi che abbiamo ricevuto da essi il lascito dei racconti fiabeschi.

| Scritto da Redazione
Appello ai nonni e nipoti: raccolgo racconti fiabeschi di Agostino Melega (Cremona)

Appello ai nonni e nipoti: raccolgo racconti fiabeschi di Agostino Melega (Cremona)

Care Amiche e cari Amici, essendo da tempo interessato alla sociologia ed antropologia del dialetto, ed essendo motivato a salvare quanto rischia di essere totalmente dimenticato sulla favolistica cremonese, desidererei venire a contatto con quei novantenni d’origine rurale di Cremona e del contado, che ricordino ancora le fiabe loro raccontate in vernacolo, d’inverno, nei filòs, al caldo delle stalle.  Ma mi “accontenterei” anche dei nipoti di questi vegliardi che abbiamo  ricevuto da essi il lascito dei racconti fiabeschi.

Sono infatti convinto che ci sia ancora tutto un mondo di fantasie, di creatività sepolta, da riscoprire e portare alla luce,  e quindi faccio appello a tutti Voi nel darmi una mano a recuperare quanto è ancora possibile.

Chi ha notizie, ad esempio, sulla favola de ‘L ašenéen càaga-šechéen (L’asinello defeca-zecchini), o su quella de El lùf cu li bòorli de fèer (Il lupo con le ginocchia di ferro), o su altre fiabe, mi chiami al numero telefonico: 0372 430254 (ore pasti) o mi scriva all’indirizzo di casa: piazza IV Novembre 16, 26100 Cremona. Grazie.

Agostino Melega

 

558 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online