Sabato, 04 febbraio 2023 - ore 03.36

BERGAMO: TELEMONITORAGGIO E SOSTEGNO SOCIO-SANITARIO DOMICILIARE PER ANZIANI E FRAGILI IN CITTÀ

Con il programma di formazione gratuita ai caregiver presso alcuni CTE, prende forma il progetto di Bergamo Sanità finanziato dal Bando Artemisia

| Scritto da Redazione
BERGAMO: TELEMONITORAGGIO E SOSTEGNO SOCIO-SANITARIO DOMICILIARE PER ANZIANI E FRAGILI IN CITTÀ

Ha preso il via il progetto di Bergamo Sanità S.C.S. Onlus che prevede un’offerta mirata di Telemonitoraggio e di sostegno domiciliare sociosanitario per le persone anziane e fragili residenti a Bergamo, comprensiva di un’azione formativa rivolta ai caregivers, in stretta collaborazione con le istituzioni di ambito sociosanitario attive sul territorio.

Realizzato con il sostegno del Bando Artemisia, che ricordiamo è stato promosso da Comune di Bergamo, Intesa Sanpaolo e CESVI nel 2020 per sostenere tutte quelle iniziative di consolidamento e ampliamento delle organizzazioni relative al terzo settore, questo progetto coniuga gli obiettivi di cura e assistenza sociosanitaria rivolti ad un target di cittadini sempre più ampio e bisognoso di questi interventi, con un’importante dimensione tecnologica costituita dalla piattaforma medicale progettata ad hoc.

I partner del progetto sono: IML – Iniziativa Medica Lombarda, cooperativa di medici di medicina generale; Da Vinci Salute, start up innovativa operante nel settore della telemedicina; Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Bergamo.

L’assistenza prevista nel progetto, che ruota sulla figura dell’infermiere case manager come riferimento per la presa in carico e monitoraggio dei pazienti, comprende una serie di specifiche attività e servizi a tariffa calmierata:

-        triage infermieristico telefonico a favore delle persone anziane e fragili indirizzate/inviate dai Medici di Medicina Generale alle Assistenti Sociali del Comune di Bergamo: ascolto del bisogno, valutazione del possibile intervento, attivazione di interventi ad hoc in presenza e/o a distanza

-        teleconsulto (medico, infermieristico, psicologico)

-        Sistema di telemonitoraggio per anziani e fragili con controllo dei parametri vitali

-        Attivazione di interventi domiciliari sociosanitari mirati

-        Attivazione di diagnostica domiciliare ad hoc (ad es.radiografie)

-        Realizzazione di percorsi formativi rivolti ai care givers familiari e/o professionali (ad es. badanti) sia in presenza sia a distanza.

Rispetto a quest’ultimo punto, sono aperte in questi giorni le iscrizioni al primo programma di incontri gratuiti dedicato ai care givers della città di Bergamo che si terranno presso alcuni CTE – Centri per Tutte le Età della nostra città.

In particolare il programma “Prendiamoci cura con cura” prevede:

5 marzo ore 9.00-11.30 Parametri vitali – CTE Celadina

12 marzo ore 9.00-11.30 Alimentazione e idratazione – CTE Boccaleone

19 marzo ore 9.00-11.30 Igiene e mobilizzazione – CTE Longuelo

26 marzo ore 9.00-11.30 Funzione urinaria e intestinale – CTE Borgo Palazzo

Informazioni e iscrizioni 392 9441185 eventi@bergamosanita.it

Siamo partner di questo progetto, nato con il sostegno del bando Artemisia, perché rappresenta un’opportunità di assistenza in più per i nostri concittadini che va ad integrarsi con quelle già esistenti sul territorio. Il tema della prossimità dei servizi dedicati alle persone anziane, fragili e in condizione di isolamento, è particolarmente importante sia rispetto al momento di emergenza sanitaria e sociale che stiamo ancora vivendo, sia rispetto alla prospettiva demografica che vede l’invecchiamento della popolazione come dato in continua crescita.

L’attivazione del percorso formativo gratuito presso alcuni CTE della città conferma, infine, il ruolo di questi Centri come hub polifuzionali che fungono da collettori e attivatori di iniziative rivolte alla comunità.” Marcella Messina, Assessora alle Politiche sociali

L’obiettivo che il progetto si pone è la digitalizzazione socio-assistenziale nel territorio comunale di Bergamo con servizi che facilitino l’accesso dell’utenza, in coerenza con le direttrici strategiche regionali, ministeriali anche riferite al Covid.

Stimiamo di raggiungere, con il triage infermieristico della Centrale di Tele Monitoraggio, oltre 200 persone anziane e fragili segnalate dai Medici di Medicina Generale associati a IML e dai Servizi sociali, sino a 40 persone fragili (contemporaneamente) con il sistema di Telemonitoraggio domiciliare, un numero compreso tra 100 e 200 persone anziane e fragili assicurando 900 accessi domiciliari e/o in tele visita e/o tele consulto di varia natura (infermieristici, socio-assistenziali, consulti medici e psicologici, radiografie, …) e, infine, 100 familiari caregivers che fruiranno della formazione capacitante.”  Stefano Ghilardi, Presidente di Bergamo Sanità S.C.S. Onlus

 

In allegato la locandina con il programma di formazione gratuito per i caregiver presso alcuni CTE

 

491 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria