Martedì, 07 febbraio 2023 - ore 18.29

CARO CARBURANTI, APERTA ISTRUTTORIA DELL’ANTITRUST

CODACONS: UNA NOSTRA VITTORIA, ATTENDIAMO CON FIDUCIA L’ESITO DELLE INDAGINI

| Scritto da Redazione
CARO CARBURANTI, APERTA ISTRUTTORIA DELL’ANTITRUST

 L’Antitrust ha avviato una serie di istruttorie con ispezioni nei confronti di Eni, Esso, IP, Kuwait Petroleum Italia e Tamoil. Le contestazioni e le irregolarità mosse dall’Autorità, anche sulla base della documentazione data dalla Guardia di Finanza, riguardano irregolarità nell’applicazione alla pompa di un prezzo diverso da quello pubblicizzato (e più alto) e l’omessa comunicazione dei prezzi dei carburanti. L’intervento si base dunque sull’applicazione e sulla comunicazione dei prezzi dei carburanti. Le compagnie, secondo l’Antitrust, non avrebbero adottato misure o iniziative idonee a prevenire e a contrastare le condotte illecite a danno dei consumatori.

Codacons: “Siamo lieti che l’Antitrust abbia accolto la nostra denuncia. Il dibattito sui prezzi della benzina che ha tenuto banco negli ultimi giorni è nato proprio dalle denunce del Codacons, unica associazione in Italia ad aver presentato una serie di esposti a Procure, GdF e Antitrust tesi proprio ad accertare l’esistenza di condotte illecite sul fronte dei listini praticati agli automobilisti. Attendiamo ora gli esiti dell’indagine dell’Autorità e, se saranno accertate irregolarità a danno dei consumatori, siamo pronti ad avviare le azioni legali del caso a tutela degli utenti danneggiati. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”. 

 

165 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria