Martedì, 17 maggio 2022 - ore 13.05

CODACONS CREMONA: TRUFFA RYANAIR E BIGLIETTI GRATIS: E’ ALLARME SU WHATSAPP

NON INSERITE DATI PERSONALI E NON CONDIVIDETE I MESSAGGI! IL REGALO NON PROVIENE DA RYANAIR MA DAGLI HACKERS!

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMONA: TRUFFA RYANAIR E BIGLIETTI GRATIS: E’ ALLARME SU WHATSAPP

CODACONS CREMONA: TRUFFA RYANAIR E BIGLIETTI GRATIS: E’ ALLARME SU WHATSAPP

NON INSERITE DATI PERSONALI E NON CONDIVIDETE I MESSAGGI! IL REGALO NON PROVIENE DA RYANAIR MA DAGLI HACKERS!

Cremona: Un truffa architettata alla perfezione. Un messaggio Whatsapp (solitamente inoltrato da amici) in cui si invita a cliccare su un link per ricevere gratuitamente due biglietti offerti da RyanAir. Una messinscena per rubare i dati dell’ignara vittima e attivare, a sua insaputa, costosi abbonamenti. La segnalazione è partita da un consumatore cremonese il quale, allarmato per aver inoltrato e condiviso il messaggio a una decina di amici (è questa la condizione per ricevere l’omaggio), ci ha rappresentato questo imbroglio che sta impazzando su Whatsapp. L’utente viene indotto premere su un link apparentemente legittimo che appare nel messaggio Whatsapp spalancando, così, le porte di una truffa. Non appena si preme sul link del messaggio si è  reindirizzati verso un sito identico a quello di RyanAir, ma gestito da hackers. Viene chiesto di inserire i dati personali, incluso indirizzo di posta elettronica e numero di smartphone. Ciò consentirà ai cybercriminali di ottenere informazioni sul conto della vittima e attivare, a sua insaputa, una sottoscrizione a un servizio di notizie in abbonamento (assai costoso).

Codacons: “Altro che offerta irripetibile di RyanAir: qualora si dovesse ricevere questo messaggio Whatsapp non ci saranno regali ma furti! Con la condivisione di questo messaggio (un classico attacco phishing), in poche ore, si mietono centinaia di vittime. Il phishing è una  truffa informatica effettuata inviando un'e-mail (o un messaggio via Whatsapp) con il logo contraffatto di un istituto di credito o di una società di commercio elettronico, in cui si invita il destinatario a fornire dati riservati (numero di carta di credito, password di accesso al servizio di home banking, ecc.), motivando tale richiesta con ragioni di ordine tecnico. E’ comprensibile che, sfruttando il bisogno di libertà ed evasione che mai come in questo periodo storico è reale, il consumatore ignaro fornisca credenziali e dati sensibili diventando, nell’arco di pochissimi minuti, vittima di truffatori informatici. E’ essenziale supportare i consumatori truffati, informando loro che, qualora la truffa riguardi la sottrazione di credenziali bancarie e/o postali, tutti gli Istituti di Credito e Poste Italiane sono tenuti a risarcire la vittima del danno subito. Il Codacons Cremona, da sempre al fianco dei cittadini, ora più che mai lotta con loro per tutelarli da truffe e raggiri. Siamo sempre attivi per segnalazioni, risarcimento danni, tutela giudiziale e denunce al  n.ro 3479619322 – codacons.cremona@gmail.com .

587 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online