Sabato, 04 luglio 2020 - ore 23.28

Cremona: fotovoltaico a terra, la responsabilità è del Comune | Paolo Zignani (Telecolor)

Marco Pezzoni (CreaFuturo) Perché perdere tempo e far perdere tempo? Se si è contrari, se non si è già spinti troppi avanti, basta fare una cosa: la Fondazione Città di Cremona ritiri la decisione del 20 novembre 2019.

| Scritto da Redazione
Cremona: fotovoltaico a terra, la responsabilità è del Comune | Paolo Zignani (Telecolor)

Cremona: fotovoltaico a terra, la responsabilità è del Comune | Paolo Zignani (Telecolor)

Marco Pezzoni (CreaFuturo)  Perché perdere tempo e far perdere tempo? Se si è contrari, se non si è già spinti troppi avanti, basta fare una cosa: la Fondazione Città di Cremona ritiri la decisione del 20 novembre 2019.

Salgono le critiche all’intervento dell’assessore all’ambiente Simona Pasquali, che durante il consiglio comunale di lunedì ha negato ogni volontà da parte del Comune di realizzare il parco fotovoltaico a terra, su 15 ettari di terreno agricolo davanti a Cremona Solidale.

L’assessore, rispondendo a un’interrogazione di Luca Nolli (M5S), ha sostenuto che “è errato e fuorviante insistere nel dire che la Fondazione e il Comune hanno volontà di promuovere la realizzazione del parco fotovoltaico”.

Il discorso letto dall’assessore non ha convinto perché, come nota Marco Pezzoni dell’associazione CreaFuturo, sottovaluta un dato fondamentale, cioè che il terreno su cui verrebbero installati i pannelli è e resta di proprietà della Fondazione, la quale senza alcun obbligo ha dato il proprio consenso alla proposta della società veronese Juwi. Infatti il 20 novembre il consiglio d’amministrazione ha deciso di accogliere la proposta del privato e di concedergli il diritto di superficie per trent’anni.

Dopo i quali, il terreno resterà della Fondazione, ente pubblico controllato dal Comune, tanto che il sindaco nomina tutti i componenti del cda presieduto da Uliana Garoli.

Il potere decisionale della Fondazione quindi deriva interamente dal Comune, che però scarica del tutto le responsabilità sull’iniziativa privata, come se la società Juwi avesse il potere di imporre la propria volontà alla Fondazione. Inevitabilmente, quindi, le proteste non si sono fermate.

Il pentastellato Luca Nolli ha già presentato un altro ordine del giorno per chiedere al sindaco di informarsi in modo completo presso la Fondazione e di opporsi all’iniziativa. Da parte propria anche Forza Italia presenta un suo ordine del giorno, proponendo di inserire nel Piano delle regole il divieto di realizzare parchi fotovoltaici a terra su tutto il territorio comunale.

Paolo Zignani

Fonte : Telecolor

533 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online