Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 02.26

DOBBIAMO TOGLIERCI DALLA TESTA DI SALVARE IL PIANETA? | Giorgino Carnevali (Cr)

Secondo me il Creatore si è stufato di noi terrestri, del nostro pessimo rapportarci con tutto quello che ci circonda.

| Scritto da Redazione
DOBBIAMO TOGLIERCI DALLA TESTA DI SALVARE IL PIANETA? | Giorgino Carnevali (Cr)

IL FRASTUONO DI UN SILENZIO, DOBBIAMO TOGLIERCI DALLA TESTA DI SALVARE IL PIANETA? | Giorgino Carnevali (Cr)

 Secondo me il Creatore si è stufato di noi terrestri, del nostro pessimo rapportarci con tutto quello che ci circonda.

Direttore salve, spesso mi capita di desiderare intensamente di vivere ancora come ai vecchi tempi, ma non per nostalgica malinconia, piuttosto perché le cose andavano meglio, ci si tollerava di più, ci si rispettava. Incertezze ambientali, crisi climatiche, stress, noia, che roba erano?

Utilizzando qua e là qualche ossimoro, potrei pensare che ‘siamo sprofondati verso l’alto tra il frastuono di un silenzio assordante, circondati da un agghiacciante deserto di sabbia rovente che sprigiona muta eloquenza, nel bel mezzo di un tacito tumulto’. Gigioneggiamo stancamente tra demagogie politiche dei paesi industrializzati, esasperazioni spinte all’eccesso pur di raggiungere un risultato qualsiasi esso sia, ci propinano montagne di promesse che manco a farlo apposta non riescono più a partorire nemmeno un topolino. Sapete cosa vi dico direttore?

Togliamoci dalla testa di salvare il pianeta, un ineludibile ‘frastuono di silenzio’ ci attanaglia giorno dopo giorno. E magari rimediare? Eppure poche azioni, pochi comportamenti ben combinati davvero potrebbero ‘tirarci fuori dalle pettole (figurativo)’. Estate scorsa registrati 38/42 gradi da noi, i ghiacciai scivolano e si sciolgono, i mari impazziscono attorno a noi, catastrofi alluvionali ci percuotono. Una flebo mediatica codesta? Balle, è realtà invece. E allora? Raccolta differenziata, spegnere le luci, spostarsi in bicicletta, abitudini green da adottare subito per contribuire a salvare il Pianeta alcuni tra i tanti esempi.

Basta bottiglie di plastica, acqua dal rubinetto piuttosto. Piantiamo un albero, toh. Autoproduzione, pasta fatta in casa, le conserve così buone, le marmellate sono una scelta green. Attenzione alla spesa. Leggo che nei Paesi Occidentali vengono buttati via circa 670 milioni di tonnellate di cibo ancora impacchettato all’anno. Bisogna quindi imparare a fare la spesa. Basta con le auto lasciate accese in ogni dove, spostamenti intelligenti invece. Certo, il tutto va a discapito della comodità, dell’agiatezza, del poco tempo che si ha a disposizione. Conclusione, togliamocelo dalla testa di riuscire a salvare il pianeta.

E se davvero è così ‘s’ha da essere’, a noi non rimarranno che i pezzi di una identità polverizzata dalla nostra stessa ignoranza. Ed allora, se ancora ne avremo il tempo, con la valigia in mano…’viiiaaaa’ per un altro pianeta, perché il nostro (di pianeta)…pufff, in polvere finirà. Fesserie? Realtà invece purtroppo. Finisco. Greta sconvolge e coinvolge le Nazioni Unite, comunica stupendamente, arriva al cuore. I giovani (almeno loro) si mobilitano per difendere il pianeta. Dai che forse ce la facciamo!

Giorgino Carnevali   (Cremona)      

207 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online