Lunedì, 28 novembre 2022 - ore 03.29

Feltre- La Cina ed il nostro Job Act…di ARNALDO DE PORTI

UNA RIFLESSIONE, SE VUOI ANCHE PROVOCATORIA, MA NON CERTO AVULSA DA UNA POTENZIALE CRESCITA DEL PIL… DOPO ESSERE ENTRATO IN UN MEGA-SUPERMERCATO CINESE DI QUI.…

| Scritto da Redazione
Feltre- La Cina ed il nostro Job Act…di ARNALDO DE PORTI

Se non fosse perché oggi, alla Leopolda, lo stesso Renzi ha definito “schifosi” tutti coloro che strumentalizzano la morte dei risparmiatori, lo scrivente,  come gufo, (ma solo  in base alla etichettatura datagli dal premier) ma   sentendosi al contrario davvero  onorato  di appartenere a questa famiglia di “avvoltoi” (si fa per dire),  avrebbe usato un termine  più soft per  restituirgli pan per focaccia in un altro contesto, non credendo affatto che quell’inezia determinata da una pallida inversione del PIL da meno a più (ma solo di qualche zero virgola) possa significare che l’Italia sia fuori dal famoso tunnel… realtà per la quale  Matteo Renzi  non fa altro che auto incensarsi, a mio avviso, molto indebitamente.  

Infatti, sono le  attuali condizioni  favorevoli, a livello internazionale, che stanno determinando un respiro,  comunque molto flebile,  con riferimento a detta inversione di marcia: il Job Act si è solo inserito in questa situazione economica del nostro Paese, peraltro non ancora ben delineata,  senza produrre niente o quasi, tranne una grande confusione ad ogni livello..

E vengo alla provocazione di cui a titolo:

Proprio questa sera sono entrato in un mega-supermercato, in Feltre, inaugurato solo qualche giorno fa da cinesi. Ebbene, con mia grande meraviglia, sono stato costretto a constatare che i prezzi di ogni articolo (non ho visto sui banchi merce da battaglia, come si usa dire) erano-sono meno della metà di quelli di altre realtà commerciali, non sottacendo che detto supermercato, checché se ne dica delle merci cinesi,  era pieno di gente che comperava.

Mi sono chiesto ovviamente, al di là delle cose che già sappiamo e cioè che i cinesi lavorano anche dodici ore al giorno in posti angusti ecc.ecc.,   come sia possibile, nella nostra stessa realtà commerciale,  una macroscopica differenza nei prezzi.

Non voglio entrare nelle dinamiche che hanno determinato questa mia constatazione  (anche perché la cosa richiederebbe molto tempo oltre ad essere già  note) ma ho fatto la seguente riflessione, provocatoria al massimo, e che non sarebbe aliena da frutti, o ve avessero a realizzarsi determinate condizioni che peraltro sono in itinere ormai da anni..

Atteso che il debito pubblico italiano non potrà mai essere sanato se non attraverso sostanziosi quanto impossibili interventi europei  (o americani tipo piani Marshall, ma questa è fantascienza tanto per dire qualcosa),  posizione debitori ala nostra di cui i nostri politici fingono – ripeto – fingono di non sapere per tenersi aggrappati alla poltrona (non è populismo il mio  come i veri gufi vorrebbero etichettarmi) io penso che, di questo passo, potrebbero essere propri i cinesi a far crescere il PIL italiano. E ciò a spese di tutte le nostre strutture economico-commerciali mediante chiusura di fabbriche, negozi, licenziamenti a iosa  e quant’altro. Infatti, se il mercato europeo è nato anche e soprattutto  per livellare i prezzi  fra i vari paesi ad esso aderenti senza peraltro riuscirci soprattutto in mancanza di una politica europea uniforme (le leggi economiche dicono che in presenza di una grande offerta i prezzi scendono e viceversa),  ove dovessimo permettere ulteriormente l’invasione incontrollata nel nostro Paese degli operatori cinesi, saranno  proprio questi ultimi  a far livellare i prezzi (ma fra Cina ed Europa) a favore del consumatore, adottando quei parametri che l’Europa non ha sin qui  saputo sviluppare, determinando una forte deriva delle singole economie europee. E Feltre, mi è apparsa ieri come uno dei tanti siti dell’invasione cinese, ben concimata da una classe politica italiana ed europea tali da farci   da implorare   “Dio me ne salvi e liberi…”.

Altro che Job Act di Renzi !   Siamo alle comiche !

ARNALDO DE PORTI (Feltre) 

1255 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online