Domenica, 26 giugno 2022 - ore 08.01

Fondazione Brescia Musei per la Giornata internazionale dei diritti della donna

Martedì 8 marzo, dalle 15 alle 21, un calendario di proposte per una riflessione sulla condizione femminile

| Scritto da Redazione
Fondazione Brescia Musei per la Giornata internazionale dei diritti della donna

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, martedì 8 marzo, Fondazione Brescia Musei propone un’intera giornata di appuntamenti dedicati a protagoniste femminili. Al cinema Nuovo Eden in programma opere di finzione, documentarie, d’animazione, offriranno una riflessione sulle tematiche, sempre più attuali, legate alla condizione femminile, mentre al Museo di Santa Giulia si terrà un laboratorio per una visita teatralizzata tra Schiave, matrone e imperatrici.

Alle ore 15 al Nuovo Eden in prima visione e terzo appuntamento della rassegna Il cinema del reale, il film Senza Rossetto di Silvana Profeta e Emanuela Mazzina, una straordinaria raccolta di testimonianze delle donne che andarono a votare per la prima volta nel 1946. Il documentario sarà presentato in sala alla presenza delle registe stesse. Silvana Profeta, antropologa visuale ed Emanuela Mazzina, archivista, responsabile dell’Archivio digitale di Senza Rossetto, hanno realizzato una narrazione frutto di incontri unici, che si alimenta anche di immagini visive personali e d’archivio, così come di musiche, che fanno da sfondo, in modo onirico ed evocativo, ad un tempo contratto tra passato, presente ed oblio. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Regesta.Exe, Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, del centro Diurno Odorici.

Alle ore 16.30 il programma della giornata prosegue al Museo di Santa Giulia dove è organizzata la visita teatralizzata Schiave, matrone e imperatrici. Si indagheranno alcune figure femminili attraverso un suggestivo itinerario che, attraverso le antiche testimonianze conservate nel museo, affronta un tema al confine tra la storia dell’arte e la storia del costume. Lo storico Tito Livio, suggeriva di non concedere troppi diritti alle donne, perché esse…quando saranno uguali saranno superiori…

Alle 18, nuovamente al Nuovo Eden, in anteprima italiana, sarà presentato al pubblico H24 - 24 ore nella vita di una donna, un film-manifesto che, a partire da un’idea di Nathalie Masduraud et di Valérie Urrea, H24 chiarisce le diverse forme d’abuso di cui possono essere vittime le donne a qualsiasi ora del giorno e della notte, attraverso un insieme di 24 cortometraggi tratti da fatti reali. Mescolando brillantemente letteratura e cinema e facendo leva sulla forza dei monologhi di attrici straordinarie, questa serie lancia un appello alla sorellanza e alla liberazione della parola. Alla potenza dei monologhi si aggiunge l’interpretazione sottile e forte delle attrici. Da Anaïs Demoustier a Diane Kruger, passando per Camille Cottin, Valeria Bruni Tedeschi o Aloïse Sauvage - che interpreta il suo stesso testo - la serie dà voce a un’ampia gamma di talenti. Trascendendo le individualità, i racconti, scritti da una pleiade di attrici di fama internazionale - Alice Zeniter, Chloé Delaume, Sofi Oksanen, Lydie Salvayre - disegnano i contorni di una piaga radicata senza lasciare spazio all’immaginazione, raccontando anche l’insubordinazione e la risposta, beffarda o pungente. La scrittrice bresciana Nadia Busato ha firmato la sceneggiatura di uno dei corti, 21h - Les détails, interpretato dall'attrice Sveva Alviti.

Chiude la giornata alle ore 21 The Purple Meridians, una serie di cortometraggi, che fanno parte di un progetto sostenuto da Eurimages, che raccoglie 18 filmmakers, 6 per ogni Paese (Italia, Spagna e Turchia), che tratta il tema delle difficoltà che le donne affrontano dal punto vista professionale nell’industria cinematografica, condividendo strumenti e consigli per la pre-produzione, la produzione e la distribuzione, creando nuovi network per future collaborazioni, alimentando il dibattito sempre attuale in merito alle possibilità professionali di una donna, o meglio, di un non maschio.

Sempre alla Giornata internazionale dei diritti della donna Fondazione Brescia Musei dedica l’appuntamento della Domenica dell’arte del 6 marzo: Voci di corridoio, un particolare percorso museale che intreccia le storie di grandi donne pittrici o ritratte nei meravigliosi dipinti della Pinacoteca con le voci dirette delle protagoniste.

INFORMAZIONI

PINACOTECA TOSIO MARTINENGO

Voci di corridoio

Biglietti: € 10 comprensivo di ingresso e servizio guida; prenotazione al CUP.

MUSEO DI SANTA GIULIA

Schiave, matrone e imperatrici.

Biglietti: € 10 comprensivo di ingresso e servizio guida; prenotazione al CUP.

NUOVO EDEN

Senza Rossetto

Biglietti: € 4

H24 - 24 ore nella vita di una donna

Biglietti: € 4

The Purple Meridians

Biglietti: € 4

I biglietti per gli spettacoli possono essere acquistati online sul sito www.nuovoeden.it e in loco presso la biglietteria del cinema. In caso di acquisto online del biglietto si ha diritto ad accedere alla corsia a scorrimento veloce dedicata all’accesso degli acquisti online.

È garantito il rispetto di tutte le norme anti Covid-19 (distanziamento, igiene e sanificazione).

Tutti gli spettatori e i partecipanti al laboratorio dovranno indossare la mascherina FFP2.

L’accesso alle sedi della Fondazione Brescia Musei è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Super Green Pass, cioè un green pass di vaccinazione o di guarigione. Si ricorda che è necessario anche mostrare un documento di identità in corso di validità. Sono esenti da verifica i minori di 12 anni e i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione (art. 3 comma 3 D.L. 105 del 23 luglio 2021)

In caso di dichiarazioni non veritiere la Fondazione non effettuerà alcun rimborso del titolo di ingresso.

Ufficio stampa

Fondazione Brescia Musei

Francesca Raimondi

+39 331 8039611

raimondi@bresciamusei.com

Seguici su

bresciamusei.com

vittorialatabrescia.it

bresciaphotofestival.it

nuovoeden.it

 

233 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria