Lunedì, 25 ottobre 2021 - ore 19.34

GAL Oglio Po, presentato il primo video della ciclabile Greenway dell’Oglio

Di seguito, l’intervento odierno del Presidente del GAL Oglio Po, on. Torchio

| Scritto da Redazione
GAL Oglio Po, presentato il primo video della ciclabile Greenway dell’Oglio

Il GAL Oglio Po Terre d’Acqua ha partecipato al gruppo di realtà che hanno promosso la prima edizione del Bike Tour dell’Oglio lo scorso anno, evento che ha coinvolto in primis gli enti Parco (Oglio Sud, Oglio Nord e Adamello), le Comunità Montane (Sebino Bresciano, Valle Camonica), i GAL (con il GAL Valle Camonica Val di Scalve, il GAL Golem), la FIAB.

Quale Agenzia di Sviluppo di un territorio, il GAL Oglio Po ha colto l’occasione dell’evento per realizzare un intervento che desse costante evidenza delle potenzialità che il fiume Oglio può rappresentare in chiave turistica e di governance. La decisione, insieme agli altri due GAL, è stata quindi quella di realizzare un video che raccontasse non solo della ciclabilità dell’asta dell’Oglio, mostrando per la prima volta (e non solo ai visitatori, anche ai portatori di interesse), il fiume Oglio come un unicum, un sistema di opportunità da cogliere in modo continuo e insieme.

A fare da stimolo a questa scelta, il progetto di cooperazione transnazionale dedicato al paesaggio (LANDsARE) di cui il GAL Oglio Po è capofila e di cui il GAL Valle Camonica è partner. L’iniziativa è finanziata dal PSR di Regione Lombardia, tramite la misura 421 Leader. Da questo progetto (che ha coinvolto 7 aree rurali tra Lombardia, Calabria, Germania e Scozia) è emersa la consapevolezza sul fatto che il paesaggio non abbia confini: la continuità non si lega ai termini amministrativi, piuttosto a una pianificazione coordinata e coerente tra le aree che condividono qualità e risorse paesaggistiche.

Il video, realizzato da un professionista del settore (Eric Tornaghi) è un racconto fatto di immagini, parole e musiche inedite, che per la prima volta ci consente una prospettiva unica dei territori uniti dall’acqua che dall’Adamello scende al Po. L’originalità e l’eccezionalità del prodotto (un lavoro per il quale si stanno già attivando nuove evoluzioni) verrà promossa anche in occasione di concorsi nazionali e internazionali (come i Film Festival sui temi di natura o di ambiente).

È doveroso chiudere con un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione del video: in primis al Parco Oglio Sud che ha favorito il lavoro della troupe sul territorio e agli enti che hanno agevolato produzione e riprese (il Parco dell’Adamello-Comunità Montana di Valle Camonica, la Comunità Montana del Sebino Bresciano, il Parco Oglio Nord). Il video (in due formati, uno di durata maggiore per presentazioni in contesti specifici e uno in formato spot per la diffusione sul web e i social network) è a disposizione su richiesta presso il GAL Oglio Po, che ne concederà l’uso per azioni di promozione territoriale e di marketing mirato.

Il progetto Greenway dell’Oglio è stato rinnovato con l’opportunità rappresentata dal bando BREZZA di Fondazione Cariplo, finalizzato a valorizzare i sistemi ciclabili sulle aste fluviali connesse al fiume Po: il titolo del bando richiama uno dei più grandi sistemi ciclabili sui quali il Nord Italia sta investendo, vale a dire il tracciato VENTO (acronimo di Venezia-Torino) che percorre il Po dal Veneto al Piemonte.

1548 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria