Domenica, 23 giugno 2024 - ore 19.52

Giorgio Barbieri Una Cremonese (4) STRE-PI-TO-SA distrugge l'Ascoli(1)

Una Cremonese STRE-PI-TO-SA distrugge l'Ascoli a casa sua e si regala la terza vittoria consecutiva portandosi momentaneamente al terzo posto in classifica.

| Scritto da Redazione
Giorgio Barbieri Una Cremonese (4) STRE-PI-TO-SA distrugge l'Ascoli(1) Giorgio Barbieri Una Cremonese (4) STRE-PI-TO-SA distrugge l'Ascoli(1)

Giorgio Barbieri Una Cremonese (4) STRE-PI-TO-SA distrugge l'Ascoli(1)

Una Cremonese STRE-PI-TO-SA distrugge l'Ascoli a casa sua e si regala la terza vittoria consecutiva portandosi momentaneamente al terzo posto in classifica.

 Una partita in cui i grigiorossi hanno giocato un primo tempo esemplare (gol dell'Ascoli a parte) ed una ripresa di attenzione e di concretezza. Il 4-1 finale conferma la forza di una squadra che gioca un calcio sempre propositivo, bello da vedere, mai conservativo.

 Voglio proprio vedere chi stavolta avrà il coraggio (e la sfacciataggine) di criticare l'allenatore Pecchia e i giocatori. Trentadue punti ad una giornata dal termine del girone d'andata sono un bottino eccezionale, tredici in più dei 19 conquistati al giro di boa la passata stagione. Una classifica che ci fa sgranare gli occhi ma nello stesso tempo ci impone di tenere ancora di più i piedi ben piantati a terra.

 Pecchia a fine gara ha detto "Noi non siamo una big del campionato, siamo solo una squadra che vuole giocare bene a calcio". Quindi, nessun volo verso l'alto, nessuna promessa. Ma solo la voglia di imporre sul campo un certo tipo di gioco, in casa e fuori. Proprio i colleghi di Ascoli hanno dichiarato che fra tutte le squadre viste in casa la Cremonese è stata nettamente la più forte.

Fare una graduatoria di chi ha giocato meglio non è facile. E forse non sarebbe nemmeno giusto. Tutti, come sempre, hanno dato il loro contributo alla causa. Personalmente metterei un pochino sopra gli altri Fagioli, Sernicola, Okoli, Castagnetti e Zanimacchia. Cioè quelli che si definiscono 'gregari' perchè portano la borraccia per i big. Ma sono da applaudire Valeri e Buonaiuto per i primi due gol, Gaetano e Ciofani per il lavoro svolto, Bianchetti per la capacità di comandare la difesa.

 Sono contento anche per i gol di Di Carmine (che così spero abbia capito quanto conti il gruppo unito) e Vido, giocatore utilissimo nel recupero della palla. Un dieci in pagella anche per mister Pecchia, bravo nella scelta dell'undici iniziale e intelligente nei cambi (bene anche Baez).

L'Ascoli è una discreta squadra ma contro questa Cremonese nulla poteva fare di meglio, soprattutto quando è rimasto in dieci per l'espulsione di Botteghin, che io pensavo fosse veneto e invece è brasiliano. Sono contento anche per Ariedo Braida, inquadrato in tribuna dalle telecamere di Sky. Buona parte del merito di questi risultati è anche suo.

Dopo il Natale, il giorno di Santo Stefano, si torna in campo allo Zini contro il Como. Panettoni e brindisi si possono anche fare, sotto l'albero 32 palline colorate ci sono già. Sempre con moderazione, nel calcio è sempre meglio tenersi da parte un po' di fame.

 

 

 

1750 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online