Domenica, 29 maggio 2022 - ore 13.03

I vertici di Coldiretti Bergamo incontrano il nuovo presidente della Provincia

| Scritto da Redazione
I vertici di Coldiretti Bergamo incontrano il nuovo presidente della Provincia

Il presidente e il direttore di Coldiretti Bergamo, Alberto Brivio e Carlo Loffreda, hanno incontrato il nuovo presidente della Provincia di Bergamo, Pasquale Gandolfi, per rappresentare la realtà agricola locale, evidenziando i punti di forza e le difficoltà. Nel corso del cordiali colloquio, Brivio ha indicato alcuni punti chiave per il comparto, a partire dal consumo di suolo, uno degli aspetti più preoccupanti le cui conseguenze non riguardano solo il mondo agricolo ma tutta la popolazione.

“Il tema del consumo di suolo deve ritornare al centro dell’attenzione del governo provinciale - ha detto il presidente della Coldiretti - perché la salvaguardia della destinazione agricola dei suoli e la conservazione delle specifiche vocazioni produttiva e naturalistica rappresentano un obiettivo di primaria importanza, soprattutto alla luce della progressiva cementificazione della superficie agricola bergamasca avvenuta negli ultimi anni, che ha generato un compulsivo sviluppo di poli logistici e di infrastrutture viarie”.

Facendo riferimento a infrastrutture che sono al centro del dibattito che si sta sviluppando a livello provinciale, Brivio ha ribadito la posizione della Coldiretti: no alla cementificazione selvaggia, si alla pianificazione del governo del territorio e alla riqualificazione di quanto già esiste. “Noi siamo favorevoli allo sviluppo – ha sostenuto Brivio – ma non ha senso sacrificare suolo agricolo per dei progetti che non hanno prospettive strategiche. Serve un’altra visione e fare lo sforzo di lavorare per creare sinergie che portino a una armonica crescita generale”.

Brivio ha quindi sottolineato la necessità di porre la massima attenzione al fenomeno della proliferazione incontrollata della fauna selvatica e in special modo delle nutrie e dei cinghiali, che oltre ad essere un problema per quanto riguarda i danni causati alle imprese agricole e la circolazione stradale, sono un veicolo per la Peste suina africana e quindi rappresentano una vera e propria minaccia per gli allevamenti suini.

Il direttore della Coldiretti ha invece illustrato i progetti della Coldiretti destinati alle scuole, per far comprendere il ruolo dell’agricoltore e far crescere nelle nuove generazioni una maggiore consapevolezza sul cibo e la sua origine.

“Sul cibo non si specula – ha affermato Loffreda -  alimentazione, salute, benessere vanno di pari passo e non hanno prezzo. Riteniamo sia importante che venga garantita ai cittadini bergamaschi la possibilità di avere a portata di spesa i prodotti locali: per questo è auspicabile l’impegno a sostenere nuovi mercati contadini e a individuare uno spazio pubblico coperto dove realizzare un farmers market a km zero”.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche di valorizzazione dell’agricoltura di montagna e dei prodotti del territorio, di formazione e di cambiamenti climatici.

Dopo aver ascoltato con grande interesse, il presidente della Provincia ha assicurato la sua attenzione al sistema agricolo bergamasco e ha espresso ai vertici della Coldiretti la volontà di improntare il suo operato alla collaborazione con gli attori presenti sul territorio.

182 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria