Sabato, 06 marzo 2021 - ore 05.55

La solidarietà di Cremona è immensa. icio D’Avossa ringrazia benefattore

Gentilissimo direttore, stiamo vivendo da troppo tempo momenti di estrema tristezza. Un morbo che non ci da tregua ha già ucciso oltre 80.000 Italiani in meno di un anno

| Scritto da Redazione
La solidarietà di Cremona è immensa. icio D’Avossa ringrazia benefattore

La solidarietà di Cremona è immensa. Il ringraziamento di Licio D’Avossa ad un benefattore

Gentilissimo direttore, stiamo vivendo da troppo tempo momenti di estrema tristezza. Un morbo che non ci da tregua ha già ucciso oltre 80.000 Italiani in meno di un anno. Questa cifra ci dà il senso del pericolo che l’umanità intera sta correndo.

Per nostra fortuna la Scienza sta facendo passi da gigante per abbattere questo mostro invisibile. In questo buio quasi totale delle nostre esistenze, in cui l’umanità sembra in ginocchio, c’è una persona, un cremonese che, con un nobile gesto, dimentico di tutto ciò ha offerto un contributo 10.000 euro all’Associazione Cremona for Kenya onlus.

Un gesto ancor più nobile perché il donatore ha preteso l’anonimato.

Il particolare importante è che io non ho mai conosciuto questa persona. L’ho rintracciata a fatica, data la sua riluttanza, e l’ho invitata a casa mia perché volevo conoscere a tutti i costi, direttamente, sia il donatore che le motivazioni che l’hanno spinto a tanta generosità.

Mi sono trovato di fronte il classico cremonese, riservato e nemico del palcoscenico sul quale molti altri, non solo cremonesi, ambiscono salire senza merito. Viviamo nel mondo del l’immagine, dell’apparire e non dell’essere.

Questa persona, con la quale ho parlato diverse ore, ha palesato un animo gentile, generoso, sensibile al punto di pensare ai tremendi problemi dell’Africa pur vivendo, insieme a tutti noi, l’immane tragedia che ci sta travolgendo

Nel buio totale di cui parlavo, c’è questo lampo di luce che ci fa dire, caro direttore, che l’umanità esiste e che tutto è possibile ancora.

Desidero ringraziare dal profondo del cuore, questo cremonese anche e soprattutto a nome di Cremona for Kenya onlus, ma voglio estendere questo ringraziamento a nome di tutti i cremonesi che quotidianamente sono impegnati in opere di solidarietà.

È esattamente quanto dissi a papa Francesco in quel di Nairobi nel 2015, allorché mi ricevette in udienza privata dopo aver organizzato la Carovana della Pace in collaborazione con la Diocesi di Mombasa e che portò, da Mombasa a Nairobi, oltre tremila persone di tutte le fedi, su ben 63 bus.

A Francesco dissi: «Santo Padre, io vengo da una piccola città, Cremona, che però ha un cuore immenso, improntato alla carità e alla solidarietà quotidiane. Per questo ritengo che Cremona meriti una tua visita».

Ed ora, dopo questo nobile gesto, sono sempre più convinto di quanto ho detto a Francesco. Ma questo passo dovrebbe compierlo il nostro Vescovo, il nostro Fratello Antonio.

Licio D’Avossa Presidente associazione Cremona for Kenya onlus

Cremona gennaio 2021

 

364 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online