Giovedì, 22 agosto 2019 - ore 00.08

Salvini è razzista e la Lega è il perno della destra più becera di Licio D'Avossa

Licio D'Avossa, Presidende dell'Associazione For Kenia, ci ha inviato da Mambui la lettera trasmessa al giornale La Provincia lo scorso 10 gennaio e che ad oggi non è stata pubblicata. Le frasi che usa D'Avossa sono forti, dure, ma riteniamo che debba essere dato spazio a queste valutazioni che non sono dissimili da quelle rese dallo scrittore Andrea Camilleri nel video di Fanpage sotto riportato.

| Scritto da Redazione
Salvini è razzista e la Lega è il perno della destra più becera  di Licio D'Avossa Salvini è razzista e la Lega è il perno della destra più becera  di Licio D'Avossa Salvini è razzista e la Lega è il perno della destra più becera  di Licio D'Avossa Salvini è razzista e la Lega è il perno della destra più becera  di Licio D'Avossa

Salvini è razzista e la Lega è il perno della destra più becera  di Licio D'Avossa

Licio D'Avossa, Presidende dell'Associazione For Kenia, ci ha inviato da  Mambui la lettera trasmessa al giornale La Provincia lo scorso 10 gennaio e che ad oggi non è stata pubblicata. Le frasi che usa D'Avossa sono forti, dure, ma riteniamo che debba essere dato spazio a queste valutazioni che non sono dissimili da quelle rese dallo scrittore Andrea Camilleri nel video di Fanpage sotto riportato.

-----------

Il testo integrale della lettera che Licio D'Avossa ha inviato al giornale 'La Provincia di Cremona' lo scorso 10 gennaio.

Gent.mo Direttore, ho appena letto l'appello del prof. Cacciari intitolato "Intellettuali di tutto il mondo unitevi". In esso sono contenuti molti concetti che io ho espresso nella mia lettera a La Provincia recentemente, concetti che da Lei sono stati incomprensibilmente mutilati. Io continuo a non capire perché al sottoscritto non è permesso di esprimere compiutamente il proprio pensiero quando tutto il mondo sta dicendo le stesse cose. Personaggi molto più autorevoli di me affermano, un giorno sì e l'altro pure, che Salvini è razzista a capo di un partito razzista. Che la Lega è il perno della destra più becera che l'Italia abbia mai visto, e via di questo passo giorno dopo giorno. Nella mia lettera succitata avevo scritto che lo slogan razzista di Salvini "prima gli italiani" era stato coniato da ben altro personaggio, Adolf Hitler, con il suo lugubre "prima i Tedeschi" . Abbiamo forse dimenticato che Salvini auspicava l'apartheid sui tram milanesi, dove i "negri" dovevano sedere nei posti riservati solo a loro?

E potrei continuare con queste tragiche amenità.

Ma, di grazia, gent.mo Direttore, posso avere la soddisfazione di vedermi pubblicata questa mia missiva senza omissioni, anche se questo è un suo sacrosanto diritto? Veda di mettermi sullo stesso piano dei vari Fedeli, D'Angelo, Forza Nuova, ai quali ho notato non toglie nemmeno una virgola. Posso godere anch'io dello stesso diritto? Le eventuali conseguenze saranno da me affrontate come è sempre stato nel mio stile, pagando di tasca e di persona.

Con immutata stima, Le invio i miei più cordiali saluti.  Licio D'Avossa (Mambrui-Kenya)

--------------------

La dichiarazione video di Andrea Camilleri 'Non in nome mio'

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1025 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online