Mercoledì, 08 luglio 2020 - ore 00.10

LAVORATORI ‘PRECOCI’ E APE SOCIALE: PLATEA AMPLIATA Attenzione per ‘quota 41’ domanda entro fine febbraio 2018 di Cinzia Fontana

Attenzione: per il riconoscimento di ‘quota 41’ ai precoci le domande vanno presentate entro fine febbraio. Grazie alla legge di bilancio 2018 più lavoratrici e lavoratori potranno anticipare l’accesso alla pensione.

| Scritto da Redazione
LAVORATORI ‘PRECOCI’ E APE SOCIALE: PLATEA AMPLIATA  Attenzione per ‘quota 41’ domanda  entro fine febbraio 2018  di Cinzia Fontana

LAVORATORI ‘PRECOCI’ E APE SOCIALE: PLATEA AMPLIATA  Attenzione per ‘quota 4’ domanda  entro fine febbraio 2018  di Cinzia Fontana

Attenzione: per il riconoscimento di ‘quota 41’ ai precoci le domande vanno presentate entro fine febbraio. Grazie alla legge di bilancio 2018 più lavoratrici e lavoratori potranno anticipare l’accesso alla pensione.

Governo e maggioranza hanno infatti approvato l’ampliamento dei requisiti previsti per l’Ape sociale e per i precoci introdotti lo scorso anno, con l’obiettivo di continuare sulla strada percorsa in questa legislatura volta a garantire una maggiore flessibilità per poter andare in pensione prima.

Non tutti i lavori sono uguali. Non tutte le persone sono nella stessa condizione. Con le norme su Ape Sociale e Precoci abbiamo scelto di intervenire a favore di chi svolge un lavoro particolarmente faticoso e pesante o chi vive una situazione di maggiore difficoltà: chi è disoccupato, chi ha problemi di salute, chi assiste disabili.

In particolare, le misure intervengono sui seguenti punti:

-si ampliano le categorie dei lavori “gravosi”, con l’inserimento di quattro nuove fattispecie in aggiunta alle undici introdotte dal 2017; contemporaneamente, si prevede l’istituzione di una Commissione tecnica per studiare nuove tipologie di lavori gravosi e poter così allargare ulteriormente la platea;

-si estende il requisito della “assistenza ai familiari con handicap grave”;

-si aggiunge anche il caso della scadenza del rapporto di lavoro a tempo determinato tra i requisiti dello “stato di disoccupazione”;

-si introduce l’Ape Sociale Donna per le lavoratrici con figli;

-si elimina per i lavori gravosi il vincolo della tariffa Inail al 17 per mille.

In più, si interviene anche sul meccanismo di adeguamento alla speranza di vita prevedendo un criterio di calcolo diverso e, soprattutto, escludendo le lavoratrici e i lavoratori impegnati in attività ‘gravose’ o ‘usuranti’ dall’innalzamento di 5 mesi per l’accesso alla pensione previsto per il 2019.

Attenzione: per il riconoscimento ai precoci di quota 41 le domande devono essere presentate entro fine febbraio!

Le schede allegate sono perciò aggiornate alle nuove misure inserite con la legge di bilancio 2018.

Cinzia Fontana, deputata PD

[apri scheda]

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

2488 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online