Venerdì, 24 gennaio 2020 - ore 05.54

Porana a Sordevolo per il Kolossal della ‘ Passione di Cristo’

Sabato 18 Luglio Associazione Porana Eventi organizza una serata ai piedi delle Alpi biellesi, per un evento che compie 200 anni

| Scritto da Redazione
Porana a Sordevolo per il Kolossal della ‘ Passione di Cristo’

Partirà un pullman anche dall’Oltrepò pavese Sabato 18 Luglio, nel tardo pomeriggio, alla volta di Sordevolo, in provincia di Biella: lì, da 200 anni, va in scena un evento spettacolare, il più grande spettacolo corale d’Italia, che si ripete ogni cinque anni, la “Passione di Cristo”.  E’ composto da un prologo e 29 scene nelle quali sono presenti complessivamente 400 persone tra attori e comparse del posto. Prima dell’evento si potranno visitare l’antica Chiesa di Santa Marta e soprattutto il Museo della Passione, allestito nel coro e nella sacrestia della Chiesa ed inaugurato nell' Agosto del 2005. Una raccolta di filmati, fotografie, testi ed oggetti che illustrano il glorioso passato di questa Sacra rappresentazione di teatro popolare. Partenza con pullman  nel tardo pomeriggio di Sabato 18 Luglio dai piazzali della stazione ferroviaria di Voghera, Pizzale-Lungavilla, Casteggio. Rientro in tarda serata, terminata la rappresentazione. Costo 25 euro comprensivo di viaggio in pullman, visita al museo storico, spettacolo. Prenotazioni entro il 15 Luglio al 389.2566296 (Associazione Porana Eventi) o info@porana.it

607 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Nasce a Milano il primo Ospedale

Nasce a Milano il primo Ospedale

Regione Lombardia, ASST Fatebenefratelli Sacco e Fondazione Onda annunciano il nuovo orientamento verso la medicina di genere dell’Ospedale Macedonio Melloni di Milano: da struttura tradizionalmente dedicata all’ostetricia e alla ginecologia, al primo Ospedale della donna, una struttura territoriale in grado di prendere in carico gli ambiti fisiologici della salute femminile, le patologie più frequenti e le necessità clinico assistenziali delle donne nelle varie fasi della loro vita, riservando attenzione anche alla salute delle lavoratrici