Giovedì, 29 settembre 2022 - ore 04.04

USA: LA EXXONMOBIL RISOLVE IL PROBLEMA DEL PEGASUS IN ARKANSAS

| Scritto da Redazione
USA: LA EXXONMOBIL RISOLVE IL PROBLEMA DEL PEGASUS IN ARKANSAS

Finanziamenti e scuse ufficiali per arginare all'incidente al l'oleodotto che ha provocato la fuoriuscita di greggio. I riflessi della faccenda sul Keystone XL.
FILADELFIA-La bonifica del territorio e il salvataggio di animali, il tutto comunicato con una lettera di scuse.
Cosi  il colosso energetico statunitense ExxonMobil ha chiuso l'incidente occorso al Pegasus: oleodotto esploso nello Stato dell'Arkansas alla fine di Marzo.
Una newsletter inviata nelle poste dei residenti dei territori interessati dalla rottura del Pegasus ha riportato le scuse ufficiali del colosso energetico.
Inoltre, la ExxonMobil ha pubblicato fotografie che testimoniano le operazioni di salvataggio di animali coinvolti nell'incidente.
Infine, il colosso energetico ha proposto alle famiglie dell'Arkansas l'acquisto delle case devastate dalla fuoriuscita del greggio.
Alla fine di Marzo, più di 6 Mila barili di greggio sono fuoriusciti dal Pegasus.
La conduttura, vecchia oramai 60 anni, necessita una manutenzione per continuare ad operare in sicurezza.
L'incidente occorso alla ExxonMobil pone un interrogativo sulla realizzazione del Keystone XL: oleodotto progettato per trasportare greggio dal Canada al Golfo del Messico, proprio attraverso l'Arkansas.
Sostegno al Keystone è stato dato dal Presidente USA, il democratico Barack Obama, dal Dipartimento di Stato -che ha ritenuto il progetto di importanza strategica per gli USA.
In Parlamento, supporto al Keystone  XL è stato concesso sia dalla  maggioranza democratica che dalla minoranza repubblicana.
Contrarie al progetto sono le frange dei democratici vicine alle associazioni ambientaliste, che vedono nella realizzazione di oleodotti una minaccia per l'ecologia.
L'Agenzia per il Sistema Ambientale ha inoltre espresso la necessità di approfondire lo studio di fattibilità del Keystone XL.

Matteo Cazzulani
Free lance journalist and energy deals consultant m.cazzulani@gazeta.pl

23 aprile 2013

849 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria