Sabato, 19 ottobre 2019 - ore 17.46

Verso l’#8giugno / Viva la salute! La FP Cgil di Cremona va a Roma a manifestare di Sabrina Negri

Sabrina Negri, segretaria generale FP CGIL Cremona, per la manifestazione nazionale unitaria “Il futuro è servizi pubblici”

| Scritto da Redazione
Verso l’#8giugno / Viva la salute! La FP Cgil di Cremona va a Roma a manifestare di Sabrina Negri

Verso l’#8giugno / Viva la salute! La FP Cgil di Cremona va a Roma a manifestare di Sabrina Negri

Sabrina Negri, segretaria generale FP CGIL Cremona, per la manifestazione nazionale unitaria “Il futuro è servizi pubblici”

5 giu. – “Siamo preoccupati per la salute delle nostre lavoratrici e lavoratori, siamo preoccupati per la salute della cittadinanza”. Sabrina Negri, segretaria generale Fp Cgil Cremona, ritiene che, per il suo territorio, siano le politiche occupazionali il tema prioritario per cui manifestare in piazza sabato prossimo. La mancanza di personale grava sull’organizzazione e la qualità dei servizi, mette a dura prova gli operatori che quotidianamente devono far fronte alle istanze e, sempre più spesso, a rabbia e frustrazione sociale degli utenti. “Le carenze d’organico si fanno anche più preoccupanti con la misura previdenziale ‘quota 100’: ci sono professionisti in uscita e non sono chiare le strategie occupazionali che i diversi enti e aziende devono mettere in campo - afferma la dirigente sindacale -. Naturalmente la questione delle assunzioni si intreccia anche con quella delle risorse economiche necessarie. Ma il punto centrale è che si stanno erodendo diritti. Mi riferisco ad esempio ad alcuni servizi che rischiano di non essere più garantiti per le fasce più esposte, vedi le donne: che vengano a mancare i consultori è un danno gravissimo per loro”.

Alla manifestazione unitaria dell’8 giugno a Roma la Fp Cgil di Cremona va “per rivendicare ancora una volta che non si può più abbassare la guardia davanti ai tentativi continui di impoverire le pubbliche amministrazioni”. Negri elenca, tra le criticità, quelle che interessano il welfare, gli enti locali, il tribunale, la casa circondariale. “La Provincia è in difficoltà, gli stessi comuni hanno problemi di sostenibilità. Come garantire i servizi e la qualità del lavoro? È effetto domino, vedi in sanità: mancano medici, cardiologi, pediatri, e aumentano le liste d’attesa. Stiamo lottando per difendere il presidio ospedaliero Oglio Po, ad esempio: qui per carenza di anestesisti sono state ridotte le sedute di sala operatoria. Le liste d’attesa, specie per chirurgia, sono lunghissime”.

Poi c’è tutta la partita contrattuale, a partire dai contratti nazionali. “I contratti regolano diritti e doveri. Sono imprescindibili strumenti per la valorizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori, delle professionalità. Vanno rinnovati sempre e comunque. La vicenda della sanità privata è scandalosa, un intero sistema datoriale ne ha la responsabilità e dovrebbe provare vergogna. Lotteremo a testa alta per sanare questa ingiustizia. E al fianco delle tante lavoratrici e lavoratori che rischiano e soffrono ancora di più nel sistema degli appalti”.

#CiSiamo #futuroèpubblico Funzione Pubblica Fp-Cgil Nazionale rassegna.it

 

 

360 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online