Sabato, 29 febbraio 2020 - ore 08.17

3 incontri a Brescia per indagare le radici dell’antisemitismo contemporaneo

Il 28 novembre, il 13 dicembre e il 23 gennaio si indagano le radici dell’antisemitismo contemporaneo, organizzati dall'Associazione Bresciana Italia Israele.

| Scritto da Redazione
3 incontri a Brescia per indagare le radici dell’antisemitismo contemporaneo

Brescia, 27 novembre 2018 - Prenderà il via mercoledì 28 novembre il nuovo ciclo di incontri organizzato dall’Associazione Bresciana Italia Israele – affiliata all’UDAI – che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica su alcune tematiche che agitano e dovrebbero preoccupare l’intera Europa e sono riconducibili nell’alveo di un rinnovato e spesso subdolo antisemitismo.

Autorevoli relatori chiamati dall’Associazione presieduta da Pier Luigi Signorini e nello specifico:

  • Mercoledì 28 novembre 2018 NIRAM FERRETTI, scrittore e giornalista, tratterà de “La demonizzazione di Israele”.
  • Giovedì 13 dicembre 2018 STEFANO MAGNI, giornalista e saggista, intervistato da David Elber, parlerà de “La politica internazionale e il Medio Oriente”;
  • Mercoledì 23 gennaio 2019, DAVID ELBER, storico e ricercatore sui temi dell’antisemitismo e antisionismo, incentrerà il suo intervento su “Le nuove forme dell’antisemitismo”.

Gli incontri – ad ingresso libero e gratuito – si svolgeranno alle ore 18:00 presso la sala multifunzionale de “Il Folle Volo” presso il Circolo ACLI Cristo Re in via Trento 64/A – borgo Trento a Brescia.

Per le specifiche dei singoli incontri, consultate i pdf in allegato.

 

Redazione Welfare Netwrok - info@welfarenetwork.it

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

Allegato PDF 3

524 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRESCIA POLIZIA LOCALE, ATTIVITÀ ANTIPROSTITUZIONE 2019

BRESCIA POLIZIA LOCALE, ATTIVITÀ ANTIPROSTITUZIONE 2019

Le persone identificate sulla strada sono state 79, otto delle quali sono state accompagnate al Comando per accertamenti. Una persona, infine, è stata arrestata perché, nei suoi confronti, era stato spiccato in precedenza un mandato di cattura. Molte prostitute raggiungono Brescia da altre località nella serata per poi allontanarsi attorno alle 3 del mattino. Le restanti sono domiciliate in alcuni alberghi cittadini, prevalentemente nella zona della stazione ferroviaria. Queste strutture sono state più volte controllate dalla Polizia Locale e, in alcuni casi, sono scattati provvedimenti di natura commerciale o igienico sanitaria, portati a termine in collaborazione con l’Ats.