Giovedì, 22 agosto 2019 - ore 02.51

A Cremona Grande successo della prima edizione del Festival della mostarda

Obiettivo del Festival, nato dalla collaborazione fra Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio di Cremona e Mantova, è la valorizzazione di un prodotto culinario tipico dell’Italia settentrionale, la cui valenza si presta a nuove e creative interpretazioni in cui la tradizione gastronomica incontra la cucina contemporanea

| Scritto da Redazione
A Cremona Grande successo della prima edizione del Festival della mostarda A Cremona Grande successo della prima edizione del Festival della mostarda A Cremona Grande successo della prima edizione del Festival della mostarda A Cremona Grande successo della prima edizione del Festival della mostarda

Grande successo della prima edizione del Festival della mostarda in programma nel week end del 3 e 4 ottobre con un ricco carnet di eventi volti a far conoscere al grande pubblico uno dei prodotti simbolo della gastronomia tradizionale del territorio.

 “La produzione di mostarda – afferma il presidente della Camera di Commercio di Cremona Gian Domenico Auricchio -  riveste una significativa rilevanza economica sul territorio, con un mercato stimato in oltre 12 milioni di euro, un valore che può essere senz’altro aumentato attraverso nuove modalità di impiego, che coinvolgano non solo l’Italia settentrionale, oggi mercato di riferimento quasi esclusivo del prodotto, e  la conseguente destagionalizzazione del  consumo. Iniziative come quella di oggi vanno proprio in questa direzione e rappresentano un’occasione importante di promozione del territorio, divenendo elemento di traino anche ai fini dello sviluppo di un turismo di qualità. “

“La mostarda – sottolinea l’assessore regionale all’agricoltura Gianni Fava – caratterizza il modo di fare cucina, di mangiare, di  proporsi al mondo dei territori di Cremona e Mantova, rappresentando un fattore identitario che nessun altro prodotto può così bene  raccontare. Nasce così questa iniziativa  che unisce le province cremonese e mantovana  nel nome di un giacimento  culturale, ma anche economico, comune su cui vogliamo continuare a  investire”.

“Si tratta di una manifestazione – afferma l’assessore alle culture, identità e autonomie Cristina Cappellini – che si inserisce a pieno titolo nei temi legati ad EXPO in quanto  valorizza a 360° un’identità gastronomica e culturale che caratterizza i territori di Cremona e Mantova. Promuovere questa eccellenza ed esplicitarne i legami con il territorio è un percorso che deve proseguire anche nel dopo EXPO.”

Il Festival si è aperto proprio a Cremona sabato mattina con il convegno “LE MOSTARDE NELLA CULTURA DEL CIBO – UNA STORIA GASTRONOMICA PADANA” organizzato dalla Delegazione di Cremona dell’Accademia Italia della Cucina per festeggiare i 50 anni di fondazione, in collaborazione con le Delegazioni di Mantova e Voghera e la Camera di Commercio di Cremona.

L’appuntamento, oltre a un folto pubblico, ha visto la presenza dell’Assessore regionale all’agricoltura Gianni Fava e dell’Assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini, a testimonianza di un’attenzione particolare al territorio.  Il convegno, accanto alla ricostruzione della storia di uno dei prodotti tipici più rappresentativi del territorio cremonese, ha sottolineato, attraverso gli interventi delle aziende i produttrici,  la rilevanza economica di tale produzione con un mercato stimato in oltre 12 milioni di euro.

 L’organizzazione, da parte della Camera di Commercio di Cremona, in collaborazione con la Strada del Gusto Cremonese, di degustazioni gratuite di mostarda nel pomeriggio nei locali dell’ex borsino di Via Solferino, con il coinvolgimento di una decina di produttori, ha evidenziato l’interesse dei tanti visitatori  per un prodotto che può trovare nuove modalità di consumo, slegate alla stagionalità che finora ha contraddistinto l’utilizzo del prodotto.

Il coinvolgimento nel progetto di  23 ristoratori cremonesi  e 7 mantovani che dal 25 settembre al 4 ottobre hanno proposto menu a tema imperniati sulla mostarda ha  ulteriormente contribuito a valorizzare un’antica tradizione alimentare, con significativi effetti anche dal punto di vista della promozione turistica del territorio e positive ricadute dell’economia locale.

Il programma degli eventi di Cremona si chiude domenica 4 ottobre 2015 alle 20.00 al Teatro Ponchielli con la serata CREMONA PER UGO, realizzata  in collaborazione con il Comune di Cremona,  dedicata al grande Ugo Tognazzi e alla sua passione per la cucina, con la mostarda protagonista non solo nei suoi ricordi cremonesi, ma anche della cucina di tradizione.

In allegato elenco aziende produttrici coinvolte e ristoranti cremonesi che aderiscono all’iniziativa

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1354 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria