Lunedì, 27 maggio 2024 - ore 20.04

Alberi, non bistecche. Agisci ora!

Abbiamo un nuovo presidente in Brasile, ma il mese scorso la distruzione della foresta amazzonica, ha raggiunto il massimo storico! Se non agiamo in fretta la situazione peggiorerà

| Scritto da Redazione
Alberi, non bistecche. Agisci ora!

L'Amazzonia viene rasa al suolo e l'Unione Europea minaccia di gettare altra benzina sul fuoco. Adesso l 'UE sta spingendo per rilanciare un accordo commerciale disastroso che alimenterà ancora di più la deforestazione dell’Amazzonia. Fermiamoli!

 

In questo momento l'industria dell’allevamento continua a tagliare e bruciare la foresta pluviale per coltivare soia e bestiame. E come se non bastasse, la Commissione Europea e le grandi lobby del settore stanno cospirando per rilanciare il disastroso accordo commerciale UE-Mercosur con il Brasile e altri tre paesi.[2]

Se l'accordo andrà in porto, l'Europa continuerà a rifornirsi di carne, soia e legno, grazie alla cooperazione con le avidi multinazionali che distruggono l'Amazzonia per i loro profitti.

In cambio i paesi che fanno parte del Mercosur riceveranno pesticidi tossici, che sono così pericolosi da essere vietati all’interno dell'Unione europea. È davvero un accordo disastroso per la foresta pluviale, le comunità indigene e il nostro pianeta.[3]

Ma abbiamo un’opportunità per fermarlo! Un piccolo gruppo di paesi dell'UE e i membri del Parlamento europeo possono bloccare l'accordo. I leader di Francia, Paesi Bassi e Austria hanno già dichiarato che non lo firmeranno.[4]

Abbiamo già superato le 500.000 firme. Con il tuo sostegno, GIANCARLO potremmo arrivare a 1 milione di firme e attirare tanta attenzione mediatica! Questo potrebbe portare dalla nostra parte altri europarlamentari e paesi dell'UE in vista dei negoziati critici delle prossime settimane.

Dimostriamo loro che vogliamo proteggere l'Amazzonia, invece di scambiare pesticidi tossici per bistecche a buon mercato!

Fermiamo insieme questo accordo commerciale e proteggiamo il nostro pianeta.

Firma ora per salvare l’Amazzonia

Con determinazione,

Alex (Marsiglia), Giulio (Roma), Mahalia (Bruxelles) e tutto il team di WeMove Europe

Riferimenti

[1] "La deforestazione dell’ Amazzonia brasiliana ai massivi storici dimostra la sfida che Lula si trova ad affrontare":

https://www.theguardian.com/world/2023/mar/10/brazil-record-deforestation-amazon-rainforest-lula-bolsonaro

[2] https://www.politico.eu/article/eu-tries-to-grab-power-back-on-trade-deals/

[3] “L'accordo commerciale UE-Mercosur", FERN, Policy briefing,

https://www.fern.org/fileadmin/uploads/fern/Documents/2020/The_EU-Mercosur_Trade_Agreement_explainer.pdf

[4] https://batimes.com.ar/news/economy/frances-macron-warns-eu-mercosur-deal-hinges-on-environment.phtml

https://www.riotimesonline.com/brazil-news/brazil/dutch-parliament-calls-for-veto-of-mercosur-eu-agreement-and-cites-brazil-bad-for-the-amazon/

https://www.euractiv.com/section/economy-jobs/news/austria-vetoes-mercosur-deal-saying-it-goes-against-eu-green-deal/

 

 

647 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria