Domenica, 21 aprile 2024 - ore 06.44

Appello europeo per la Tymoshenko ,raccolto in modo bipartisan dagli Europarlamentari italiani|M.Cazzulani

| Scritto da Redazione
Appello europeo per la Tymoshenko ,raccolto in modo bipartisan dagli Europarlamentari italiani|M.Cazzulani

L''allarme dell'Unione Europea: "La Ue rifletterà sulle sue politiche verso il governo di Kiev" aveva detto Catherine Ashton, alta rappresentante per la politica estera dell'Unione. E Amnesty International parla di "processo politico": "Il procedimento nei confronti di Tymoshenko è stato motivato politicamente - scrive in una nota John Dalhuisen, direttore di Amnesty International per l'Europa e l'Asia centrale - gli addebiti nei suoi confronti, non riconosciuti come reati a livello internazionale, sono un
tentativo di criminalizzare decisioni prese nel corso del suo mandato".

Intanto si sono schierati al grido di Free Yulia numerosi Europarlamentari italiani di diverso oruentamento politico,sollecitando il neo presidente Martin Schulz ad inserire urgentemente nell'agenda europea la tutela dei diritti di Yulia Tymoshenko, deportata in un gulag per scontare una condanna inflittale con accuse palesemente false e con una evidente violazione dei
diritti umani.

Il Portale dei Lombardi continua la sua opera di informazione con il prezioso contributo del suo inviato Matteo Cazzulani.

LOMBARDI NEL MONDO : L'APPELLO DELL'EX-MINISTRO DI JULIJA TYMOSHENKO: "I SOCIALDEMOCRATICI EUROPEI COLLABORINO CON L'OPPOSIZIONE DEMOCRATICA" di Matteo Cazzulani

Bohdan Danylyshyn, Ministro dell'Economia del secondo governo arancione ucraino, oggi in asilo politico in Repubblica Ceca, risponde alle critiche espresse, sulle pagine di "Lombardi nel Mondo", dal Parlamentare Europeo socialdemocratico Hannes Swoboda in merito alla condotta del presidente ucraino, Viktor Janukovych.

Dopo le critiche, la collaborazione organica per la democrazia in Ucraina. Questo l'appello, in risposta alle dichiarazioni rilasciate dal Parlamentare Europeo Hannes Swoboda a "Lombardi Nel Mondo", lanciato da Bohdan Danylyshyn: ex-Ministro dell'Economia del secondo governo Tymoshenko rifugiato politico in Repubblica Ceca.

Come riportato dall'autorevole agenzia UNIAN, Danylyshyn ha proposto ai deputati socialisti e democratici del Parlamento Europeo il varo di una collaborazione con il Partito SocialDemocratico Ucraino guidato dalla giovane politica Natalija Korolevs'ka: membro del Blocco di Julija Tymoshenko.

"Credo che alla Korolevs'ka sia utile la firma di un memorandum d'intesa con l'Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici Europei: gruppo a cui appartiene il Presidente del Parlamento Europeo - ha dichiarato Danylyshyn - Così sarebbe possibile informare appieno i Parlamentari di Strasburgo sul reale stato della democrazia in Ucraina".

Secondo l'ex-Ministro, la battaglia per la libertà di Julija Tymoshenko è una questione europea che prescinde dalle appartenenze partitiche e nazionali. Come illustrato, i principali partiti ucraini che sostengono la Leader dell'Opposizione Democratica già intrattengono strette relazioni con diversi soggetti politici dell'emiciclo di Strasburgo.

"Bat'kivshchyna [il Partito di Julija Tymoshenko, M.C.] è membro associato del Partito Popolare Europeo, ed il Front Zmin [la forza politica dell'ex-Speaker del Parlamento, Arsenij Jacenjuk, M.C.] ha iniziato a collaborare con i LiberalDemocratici. Hannes Swoboda ha detto chiaramente che in Ucraina non c'è democrazia - ha continuato - e non escludo che
prossimamente anche altri esponenti SocialDemocratici contesteranno il Presidente ucraina, Viktor Janukovych".

Nell'Ottobre del 2010, L'Alleanza Progressista dei Socialisti e Democratici Europei - APSDE - ha stretto un rapporto do collaborazione con il Partija Rehioniv: la forza politica, egemone in Ucraina, a cui appartengono il Presidente, Viktor Janukovych, il Premier, Mykola Azarov, e tutti i membri del Consiglio dei Ministri.

Tra gli obiettivi della partnership figurano il sostegno all'integrazione europea dell'Ucraina, lo sviluppo della democrazia e della libertà di stampa sulle Rive del Dnipro, ed il rafforzamento della divisione dei poteri e dello stato di diritto.

Come evidenziato a "Lombardi Nel Mondo" dall'esponente APSDE, Hannes Swoboda, i presupposti per tale collaborazione sono stati infranti. Dall'insediamento dell'Amministrazione Janukovych, in Ucraina hanno avuto luogo arresti, processi, ed interrogatori a carico di esponenti di spicco dell'Opposizione Democratica. Tra essi, oltre a Danylyshyn - che ha ottenuto
asilo politico in Repubblica Ceca - la Leader della Rivoluzione Arancione, Julija Tymoshenko.

L'ex-Primo Ministro è stata condannata a sette anni di detenzione in isolamento in una colonia penale periferica dopo un processo condotto in maniera sommaria e parziale: la Tymoshenko è stata incarcerata preventivamente nonostante le precarie condizioni di salute, la difesa sistematicamente privata dei propri diritti, e le prove a sostegno delle
accuse fabbricate ad hoc ed in maniera irregolare - addirittura datate il 31 Aprile.

Inoltre, l'involuzione democratica ha riguardato a Kyiv anche stampa ed integrazione europea. Secondo le stime delle principali ONG - Freedom House, Reporter sans Frontières - le continue pressioni su giornalisti e media indipendenti hanno declassato l'Ucraina da paese libero a Stato quasi illiberale.

Il 19 Dicembre 2011, il mancato rispetto della democrazia sulle Rive del Dnipro ha reso impossibile da parte europea la firma dell'Accordo di Associazione UE-Ucraina: storico documento con cui Bruxelles avrebbe riconosciuto a Kyiv lo status di partner privilegiato oggi riservato ad Islanda, Norvegia, e Svizzera.

Matteo Cazzulani

Bohdan Danylyshyn (nato il 6 Giugno 1965 a Cerkovna, presso Ivano-Frankivs'k), economista, professore all'Accademia delle Scienze Ucraine (NAN), Ministro dell'Economia dal 2007 al 2010.
Nel 1982 termina l'Istituto Pedagogico di Ternopil', e si specializza in economia dello sfruttamento delle risorse naturali.
Il 18 Giugno 2007 è nominato dal Premier, Julija Tymoshenko, Ministro dell'Economia, carica ricoperta fino all'11 Marzo 2010.
L'11 Agosto 2010 la Procura Generale apre su di lui un fascicolo per abuso d'ufficio e gestione fraudolenta delle finanze statali durante la compravendita di azioni dell'aeroporto Boryspil' di Kyiv. Su Danylyshyn è emanato un mandato internazionale, ed è inserito nella lista dei ricercati dell'Interpool.
Il 19 Ottobre 2010 viene arrestato dalla polizia ceca a Praga. Il 13 Gennaio ottiene l'asilo politico dalla Repubblica Ceca su decreto del Ministero degli Esteri, ed è rimesso in libertà il giorno successivo.
Nel Maggio 2011 fonda l'Associazione Internazionale Ukrajins'ka-Jevropejs'ka Perspektyva, attiva nel sostengo dell'integrazione europea dell'Ucraina.


Matteo Cazzulani
Free Lance Journalist
+393493620416 / +380935284109 / +48507620325
m.cazzulani@gazeta.pl
http://matteocazzulani.wordpress.com
http://matteocazzulaniinternational.wordpress.com
http://matteocazzulani.blogspot.com/
Facebook, Twitter, LinkedIn, Politiko
Skype: prometeoarancione

E' uscito il mio libro "La Democrazia Arancione, Storia dell'Ucraina dall'Indipendenza alle presidenziali 2010" ed. LibriBianchi. Parte dei
proventi finanzia l'associazione AnnaViva.

www.lombardinelmondo.org
www.mantovaninelmondo.org

2555 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria