Mercoledì, 25 maggio 2022 - ore 16.12

Crema La piscina in gestione ai privati? Meglio Pubblica

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DI S.C.S. SERVIZI LOCALI E DELLA PISCINA

| Scritto da Redazione
Crema La piscina in gestione ai privati? Meglio Pubblica

Come partito ribadiamo le nostre ragioni in merito a un processo di concessione a privati della gestione di una struttura che grazie a una buona gestione ha iniziato a dare utili e che ha ulteriori margini di efficentazione.

La struttura riveste per tutti quei cittadini che la utilizzano per vari corsi e attività fisiche un granmde valore.

Una gestione a privati non permetterebbe più di mettere al primo posto l'utilità pubblica ma si aprirebbero possibili utilizzi alternativi come attività legate a club privati che magari danno maggiori profitti ma ne snaturano il suo fine primario.

Nel mese di settembre p.v. verrà indetta la gara per l’appalto del centro natatorio.

Sarà il primo passo verso la privatizzazione di S.C.S. Servizi Locali che gestisce, oltre la piscina, il teleriscaldamento, i parcometri ed i punti luce della città e di alcuni paesi del territorio.

Siamo stati l’unica forza politica in Consiglio Comunale ad opporsi a questa scelta sbagliata.

Le buone ragioni per dire no

1)La S.C.S. S.L. dà lavoro stabile a 23 dipendenti: consideriamo questo un valore prioritario, riteniamo che l’economia debba essere al servizio delle persone e non il contrario, come purtroppo avviene.

2)Consideriamo i servizi pubblici un bene della collettività da migliorare e valorizzare, gli interventi e le iniziative vanno finalizzati a questi obiettivi.

La piscina svolge un’importante funzione sociale; come punto d’incontro, di svago nel tempo libero e per l’attività sportiva. La gestione pubblica garantisce la qualità del servizio a costi accessibili.

Inoltre è importante considerare che la piscina di Crema ha assunto ormai un ruolo territoriale (infatti circa il 70% degli utenti proviene dai paesi del circondario), per questo riteniamo colpevole l’indifferenza dei Sindaci del Cremasco sulle sorti di questa struttura.

3)La S.C.S. S.L. ha chiuso il bilancio 2013 con un attivo di 40 mila euro, dopo anni di passivo per responsabilità della gestione fallimentare di P.D.L . e Lega. Questo utile dimostra che, se ben gestiti, i servizi pubblici possono dare lavoro e fornire utili alle deficitarie casse comunali.

Qualche nota sulla piscina

•Occupa 11 dipendenti;

•Nel 2013 ha incassato 1.482.000 euro; uscite 1.166.000;  utile d’esercizio 316.000 euro;

•Sulla struttura pesano gli interessi derivanti da prestiti chiesti in passato per realizzare progetti pretenziosi (onda) e che hanno portato a chiudere il bilancio con un passivo di 70.000 euro.

Un deficit sicuramente sostenibile in un’ottica di gestione territoriale del servizio.

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DI S.C.S. SERVIZI LOCALI E DELLA PISCINA

Rifondazione Comunista Crema 

939 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria