Lunedì, 28 novembre 2022 - ore 16.39

CREMONA E BERGAMO : GREEN PASS SUI MEZZI PUBBLICI: NO VAX ORGANIZZANO ''TRASPORTI SOLIDALI''

Super green pass sui mezzi pubblici: no vax organizzano ‘trasporti solidali’, centinaia di iscritti a Bergamo Richieste di passaggi da tutta la provincia. La maggior parte arrivano da genitori che hanno scelto di non vaccinare i figli. E che ora, non potendoli accompagnare, devono trovare il modo di farli arrivare a scuola

| Scritto da Redazione
CREMONA E BERGAMO : GREEN PASS SUI MEZZI PUBBLICI: NO VAX ORGANIZZANO ''TRASPORTI SOLIDALI''

La Prefettura è stata chiara: dal 6 dicembre, giorno in cui entrerà in vigore il “Super green pass”, particolare attenzione sarà dedicata al trasporto pubblico. Ovvero: controlli a campione per verificare che tutto sia in regola, sia da parte delle forze di polizia (“nelle vicinanze delle principali fermate, nelle fasce orarie di maggior afflusso”) sia dagli addetti ai controlli di bus e mezzi pubblici.

Una “stretta” che costringe chi ancora non intende vaccinarsi contro il Covid a trovare soluzioni alternative. In molte città italiane stanno nascendo gruppi Telegram dove si cercano e offrono passaggi organizzati. Cremona e Bergamo comprese, dove in pochi giorni sono circa 600 gli iscritti alla chat “Trasporti Solidali”. In pratica, l’autostop ai tempi del Green Pass.

Le richieste arrivano da tutta la provincia da Crema, Casalmaggiore alle valli e la bassa, e hinterland.

800 gli iscritti nel gruppo di Bergamo e 200 in quello della provincia di Cremona.

Gran parte degli iscritti sono genitori che hanno scelto di non vaccinare i figli. E che ora, non potendoli accompagnare, devono trovare il modo di farli arrivare a scuola. “Mia figlia entra alle 8 ed esce alle 14 dal lunedì al venerdì” scrive una mamma di Casnigo(BG) in cerca di un passaggio. “A noi servirebbe per mio figlio che frequenta la scuola in centro”, dice un’altra cremasca.

“Ci siamo tutti svegliati in un mondo la cui tonalità di grigio sta diventando sempre più scura – si legge nel messaggio di presentazione della chat Telegram – Come sempre a causa dell’ennesimo decreto del Governo, che ha creato ulteriori disagi e discriminazioni per chi non è vaccinato e non intende farlo. Così ora tra le nostre priorità se ne sono aggiunte altre, la cui principale è quella dei trasporti pubblici, visto che dal 6 dicembre in poi non si potrà più utilizzare il servizio di trasporto pubblico senza dover esibire il green pass. L’obiettivo è organizzare trasporti solidali verso qualsiasi luogo di studio o di lavoro, visite mediche etc…”.

Nel gruppo, ci sono anche degli insegnanti che si rendono disponibili per dare passaggi.

Poteva mancare il fantomatico che vende i “pass sanitari”?. Ovviamente no e alla modica cifra di 300 euro.

1089 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria