Venerdì, 13 dicembre 2019 - ore 06.20

Franco Bordo (SEL): ‘Parteciperò alla carovana pacifista in Kurdistan’

L’iniziativa, di carattere internazionale, è in programma il 15 settembre

| Scritto da Redazione
Franco Bordo (SEL): ‘Parteciperò alla carovana pacifista in Kurdistan’

Come parlamentare italiano parteciperò alla Carovana 15 settembre, iniziativa pacifista internazionale che mi porterà nel Kurdistan turco, a ridosso del confine siriano. Un’area a cavallo di diversi Stati, dove il conflitto con gli estremisti islamisti si mescola con la storica ostilità verso i kurdi, che rivendicano da decenni l’autonomia delle proprie regioni. Tuttora la Turchia, approfittando del proprio intervento a fianco della coalizione internazionale finalizzato al contenimento dell’Isis, sta sostendo ostilità armate contro i kurdi, unici a combattere sul terreno gli uomini del califfato, e che ora si vedono oltre che in conflitto contro i miliziani islamisti, pure attaccati dalle forze dell’esercito turco.

La Carovana internazionale a cui parteciperò sarà caratterizzata da diversi appuntamenti finalizzati all’apertura di un corridoio umanitario tra Siria e Turchia, e in generale tra le zone di conflitto, per permettere vie di fuga alla popolazione civile e l’arrivo di aiuti umanitari nelle zone sotto attacco Isis, alla consegna di aiuti e materiale alla popolazione di Kobane, città siriana liberata e controllata dalle forze volontarie kurdem, al sostegno a tutte quelle forze democratiche turche, politiche e dell’associazionismo, che contrastano l’aberrante disegno dell’Isis ma che rivendicano anche spazi di agibilità politica e sociale, negati da Erdogan; alla denuncia del comportamento del Governo turco, che ha ripreso l’utilizzo delle armi non solo contro l’Isis ma anche contro gli unici che la stanno combattendo sul campo, le forze di autodifesa kurde.

Questo è il programma della visita a oggi: il 12 settembre è prevista la partenza da Roma via Istambul per Sanlurfia; il 13 settembre è in programma l’arrivo a Suruc, con incontro all’Amara Center e il ricordo dell vittime dell’attentato dell’Isis del 20 luglio ai danni dei giovani socialisti, impegnati nella ricostruzione della città di Kobane, che sarà occasione per incontrare le autorità locali, impegnate nella difficile gestione della situazione umanitaria in questo conflitto; il 14 settembre è fissata la visita ai campi profughi sulla frontiera; 15 settembre ci recheremo al confine turco-siriano in corrispondenza delle città di Kobane, con un convoglio di aiuti umanitari destinati alla popolazione (se le autorità turche lo permetteranno, le porteremo direttamente fino a Kobane, potendo in questo modo accedere alla città); il 16 settembre, infine, è previsto un incontro con esponenti dell’HDP e delle reti del Congresso Nazionale sulla situazione del conflitto in Turchia, sull’escalation dell’attacco di Erdogan alla HDP e al DPB, sul processo di pace e gli attacchi al PKK e sulle prossime elezioni del 1° novembre. Il rientro in Italia è previsto per il 17 settembre.

On. Franco Bordo, Deputato della Repubblica Italiana per Sinistra Ecologia Libertà

734 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria